Appennino Festival: il 13 agosto tappa alla Perduca e Cerignale, il 16 a Zerba e Cerreto

Più informazioni su

“Dalle Ande agli Appennini”. È questo il titolo dell’incontro con la scrittrice “errante” Valentina Scaglia che Appennino Festival mette in calendario giovedì 13, alle 21.15 nella piazza di Travo: la rassegna in realtà si fa doppia, anzi tripla e propone anche altri appuntamenti sulla Pietra Perduca e a Cerignale.

A partire dalle 18 del 13 agosto infatti è in programma una visita guidata all’antica pieve di Sant’Anna sulla Pietra Perduca: la visita che vedrà intervenire anche Scaglia e la polistrumentista Maddalena Scagnelli con un focus sugli affreschi della chiesa e i cammini legati a San Colombano, sarà accompagnata dagli intermezzi musicali di Sara Pavesi all’arpa. Alle 21.15 invece a Travo è previsto l’incontro con Scaglia a cui si alterneranno gli interventi musicali del gruppo vocale “Le Rose e le viole”.

Scaglia, giornalista e viaggiatrice oltre che compagna di viaggi di Paolo Rumiz, è tra i collaboratori di “Meridiani Montagne”: si è laureata in Scienze naturali con una tesi sull’ambiente artico e da anni cammina attraverso le aree disabitate in Italia e in Europa, con impegnative traversate in Islanda, Anatolia, Israele, Siberia, Canada, Bolivia. Ha collaudato itinerari inconsueti lungo le Alpi, gli Appennini e le coste marine, portando avanti i progetti “A piedi nell’Italia del Silenzio” e “Dove il Mediterraneo è ancora selvaggio”. Tornando alla rassegna che è diretta artisticamente da Maddalena Scagnelli, a Cerignale invece, sempre nella giornata del 13, si terrà la tradizionale Festa delle aie: dalle 12 è prevista la partecipazione di diversi gruppi vocali della Valtrebbia.

Il 16 invece il Festival si trasferisce nel piccolissimo comune di Zerba: proprio lì alle 16.30 si terra la visita alla torre Malaspina. Alle 18.30 la rassegna si sposterà a Cerreto per la presentazione del libro di Colombano Leoni dedicato alla Valboreca e accompagnato dagli intermezzi musicali di Alice Castelnuovo alla viola. Per l’occasione sono previste anche delle camminate a cura dell’associazione “I Calcaterra”, mentre alla sera alle 20.30 sarà possibile consumare la Cena del pellegrino all’osteria “La S’cianza” di Zerba.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.