Castell’Arquato, applausi per la settima edizione del Festival Illica foto

Un inedito ed innovativo VII Festival Illica – andato in scena nella serata di domenica 30 agosto, dopo il rinvio del sabato per il maltempo, nella suggestiva, e bellissima, storica piazza del Municipio di Castell’Arquato con un affascinante e spettacolare giochi di luci e di colori e con immagini proiettate sui muri dell’austera Torre – ha riscosso applausi e consensi.

Il festival ha concluso un trittico di manifestazioni iniziato il sabato scorso con lo spettacolo American Puccini, piccola suite per archi e soprano dedicato all’America attraverso le opere pucciniane, proseguito poi martedì con la conferenza dal titolo Effetti di Suoni e Luci, una conversazione sull’Opera e sul ruolo di Luigi Illica nell’ambiente europeo del suo tempo, tenuta dai musicologi Prof.ssa Mariateresa Dellaborra e Prof. Danilo Prefumo. Nel corso della serata domenicale si è assistito, accompagnato dal bravissimo pianista parmense Simone Savina, ad un recital del cantante Roberto Aronica, tenore di fama internazionale e reduce da riconosciuti successi al Metropolitan di New York, che ha interpretato egregiamente romanze tratte da celebre opere come Ernani, Manon Lescaut, Tosca, Carmen, Cavalleria Rusticana, Pagliacci e Andrea Chenier con relativo bis in “…E lucean le stelle”.

Nella seconda parte della serata è stata presentata un’opera intera (anche se di un solo atto ed in forma di concerto): “Suor Angelica”, opera che Puccini musicò con personaggi esclusivamente femminili, che gli organizzatori hanno voluto rappresentare in onore delle vittime dell’epidemia e della dedizione, come del sacrificio, di personale religioso e sanitario in questo periodo così tragico e difficile.

Festival Illica

Il successo della rappresentazione è stato davvero sorprendente, specie considerando le difficoltà del canto all’aperto, con temperature piuttosto fresche, e l’angusto palcoscenico. La giovane soprano Federica Vitali ha sorpreso per la bella tessitura vocale della sua voce, per l’ottima base musicale e per capacità interpretative. Così come è stata convincente la mezzosoprano Cristina Melis e molto brave le componenti del gruppo delle monache a cominciare da Stefania Spaggiari, Virginia Aurora Barchi, Selena Colombera, Paola Scaltriti, Barbara Chiriacò, Barbara Favali, Tania Pacilio, Annapaola Pinna, Stela Dicusara’, Paola Lo Curto ed Eva Corbetta.

Il maestro concertatore Fabrizio Cassi ha diretto con particolare sensibilità l’ottima orchestra Filarmonica Dell’Opera Italiana Bruno Bartoletti, mentre la mise en éspace di Daniele De Plano è risultata molto appropriata ed artistica. 
La manifestazione, presentata dal musicologo prof. Riccardo Pecci ed aperta con i saluti del sindaco Giuseppe Bersani, seguito da quelli dell’Assessore alla cultura Gilda Boiardi, della vicepresidente della Provincia Paola Galvani e dalla direttrice del Festival Francesca Rossi Del Monte, è stata organizzata dal Comune di Castell’Arquato con la collaborazione della Pro Loco ed il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano e Regione Emilia Romagna, con l’intento di rendere omaggio ed onorare la memoria del grande librettista, giornalista, letterario Luigi Illica nativo proprio del borgo e morto poco più di un secolo fa all’età di 62 anni.

La Pro Loco di Castell’Arquato, presieduta fin dal 1957 dal primo presidente Remigio Cantarelli, nel 1961 ideò questo premio che si rinnova di anno con crescente successo. Nel corso della serata il sindaco ha premiato con un’artistica targa il sig. Cantarelli per la sua meritoria iniziativa.

Luigi Carini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.