Conti correnti aziendali: alcuni aspetti da considerare prima di sceglierne uno

L’apertura di un conto corrente aziendale è un passo inevitabile per la maggioranza delle realtà imprenditoriali. Vuoi per la necessità di tenere sotto controllo le finanze, vuoi per i diversi vantaggi legati a questi conti, vuoi per gli input chiari che arrivano dallo Stato e dalla legge italiana.

In effetti, allo stato attuale, le persone fisiche non sono formalmente obbligate ad aprire un conto business che sia dedicato soltanto ai movimenti delle proprie attività, ma sono comunque tenute alla detenzione di un conto corrente personale, da consultare per avere riferimenti chiari ed inequivocabili in materia di versamento di imposte. Insomma, un conto corrente è una delle soluzioni più comode e pratiche per espletare i propri adempimenti sia fiscali che contributivi se si è titolari di un’azienda, di una ditta individuale ecc.

Come scegliere il miglior conto corrente aziendale

Attualmente ci sono numerose proposte e soluzioni pensate per soddisfare le esigenze più disparate. Da questo punto di vista il miglior suggerimento resta quello relativo alla preparazione: ogni utente dovrebbe infatti innanzitutto informarsi al meglio circa le opzioni disponibili, in modo da potere scegliere quella maggiormente capace di tutelarlo ed aiutarlo. Per fortuna esistono diverse realtà dedicate proprio al mondo della recensione e della comparazione di conti correnti, tra cui il portale Conticorrenti Aziendali, raggiungibile alla pagina https://www.conticorrentiaziendali.it/, in cui è possibile trovare una vera e propria classifica dei migliori conti correnti aziendali disponibili.

I consigli servono innanzitutto ad orientare l’utente verso la tipologia di conto corrente più adatta alla propria personale situazione imprenditoriale. Ad esempio, i conti migliori per le società di capitali potrebbero non essere altrettanto validi per i titolari di società di persone. A seconda della tipologia dell’azienda interessata, è possibile optare per un conto corrente specifico che offra all’utente la possibilità di usufruire di tutti servizi finanziari di cui necessita.

Conti correnti per startup

Per dare un’idea di come funzioni la categorizzazione di cui sopra è opportuno analizzare nel dettaglio alcune proposte di conto corrente dedicato al mondo delle Startup. Questa categoria indica le nuove imprese caratterizzate da una notevole componente di innovazione, che siano pensate per crescere secondo un modello di business che possa espandersi esponenzialmente.

Un conto corrente per startup può essere sia di stampo tradizionale che di stampo digital: questo vuol dire che l’utente potrà optare per una soluzione che preveda operazioni allo sportello, o per una soluzione che gli consenta di operare da remoto, tramite una connessione internet, un pc o anche un semplice smartphone. Proprio i conti correnti online si rivelano spesso e volentieri ideali per le startup: conti a costo zero, o comunque a canone molto contenuto, che permettono dunque di risparmiare denaro più che utile ad un’impresa in fase di avvio. È sufficiente collegarsi al sito ufficiale dell’istituto creditizio per eseguire tutte le operazioni di cui si ha bisogno e controllare il saldo e i movimenti bancari, così da tenere sempre sotto controllo le finanze  con un semplice click.

Altre tipologie di conto corrente

Le tipologie di conto corrente prese in esame dal portale conticorrentiaziendali.it sono davvero molte ed il modo migliore per conoscerle tutte consiste ovviamente nel visitare il sito. Si va infatti dai conti correnti pensati appositamente per le Persone Giuridiche a quelli particolarmente adatti ai titolari di SS (ovvero, Società Semplice). E ancora, si va dai conti correnti per SRL ed SRL semplificate a quelli per SNC e SAS.

Ogni conto corrente business è strutturato in modo da rispondere alle esigenze delle diverse realtà imprenditoriali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.