Dal Mississippi al Po, tra musica e letteratura il 27 agosto al via il festival blues

Tutto pronto per il primo appuntamento, giovedì 27 agosto, del festival Dal Mississippi al Po, rassegna musicale organizzata dall’Amministrazione Comunale di Fiorenzuola, con Fondazione di Piacenza e Vigevano e Cooperativa Fedro.

“La serata – spiegano gli organizzatori – si aprirà sul sagrato di San Fiorenzo in Piazza Molinari a Fiorenzuola (Piacenza), come di consueto con il programma letterario, che quest’anno nonostante sia stato stravolto dall’effetto pandemia, è stato ricostruito con un percorso alternativo grazie alla tenacia del direttore artistico della Cooperativa Fedro Seba Pezzani. Seba Pezzani presenterà, alle ore 21, gli scrittori in collegamento Skype dagli Stati Uniti. Il primo protagonista, maestro del genere Spy Story, sarà James Grady: è stato giornalista e sceneggiatore e ha adattato per il cinema e la televisione alcuni suoi romanzi di maggior successo. Ha sceneggiato, nel 1975, il film I tre giorni del Condor per la regia di Sydney Pollack e interpretato da Robert Redford e Faye Dunaway”.

“Si è dedicato esclusivamente alla sua attività di scrittore raccontando, con maestria nei suoi romanzi, della politica illecita, della criminalità, dei traffici di droga e della vita carceraria. Ha ricevuto in Francia il premio Grand Prix du Roman Noir nel 2001 ed in Italia il Premio Raymond Chandler nel 2003. Ultimamente ha ricevuto un ulteriore premio dagli studenti dell’Università del Montana. Il suo ultimo romanzo è Mad Dogs”.

“La serata musicale inizierà alle 21.15. Saliranno sul palco due chitarristi di grande spessore Roberto Luti & Angelo Leadbelly Rossi. Dalla metà degli anni ’60 fino ad oggi, innumerevoli sono state le esperienze che Angelo ha sperimentato nel campo musicale, per incamminarsi verso la fine degli anni ’70 nel percorso che lo ha portato a diventare uno dei migliori performer del blues italico. Roots e Mississippi down home blues è quello che propone nei suoi concerti. Le sue performance sono una miscela di blues esplosivo, disordinato e appassionato, che tengono l’ascoltatore inchiodato al proprio posto senza un attimo di tregua”.

“Roberto Luti, a metà tra una rockstar e un poeta, un sognatore con i piedi ben saldati a terra, è uno dei principali chitarristi rock/blues italiani e internazionali. Un percorso importante quello di Roberto Luti che lo porta ad assaporare il sogno americano, vivendo per molti anni a New Orleans, patria della sua musica e dove trova il suo posto nel mondo. Ed è proprio qui che viene coinvolto nell’ambizioso progetto di Playing for Change, un gruppo che raduna i migliori musicisti provenienti da tutto il mondo che, attraverso concerti in ogni parte del pianeta, ha l’obiettivo di edificare scuole di musica destinate all’infanzia nei luoghi più disparati del mondo. Il progetto è orientato a sostenere in maniera particolare realtà del terzo mondo. Questo ha permesso a Roberto Luti di suonare a fianco ad artisti mondiali, tra cui anche Keith Richards e Bono, frontman degli U2, coltivando così un bagaglio di esperienze ineguagliabile e rendendolo non solo un musicista incredibile ma una persona con un elevatissimo valore morale. La serata musicale continuerà con la Gnola Blues Band insieme a Paolo Bonfanti”.

Gnola Blues Band Il leader e il fondatore della band è il chitarrista e cantante Maurizio Glielmo L’eroe nazionale della slide guitar! Gnola quando imbraccia la chitarra è uno di quei pochi artisti che riesce ancora ad incantare ed emozionare il pubblico con il solo ausilio dello strumento. Cresciuto alla corte di Fabio Treves, è ormai diventato stella di prima grandezza nel firmamento blues italiano. Una band in grado di lasciarvi piacevolmente scossi fin dalla prime note”.

Paolo BonfantiChitarrista, autore, produttore, è uno dei nomi di punta sulla scena blues e roots-rock europea. Ha registrato 3 lp’s (con Big Fat Mama), 10 cds a suo nome ed ha suonato e registrato con molti musicisti italiani (per esempio Fabio Treves) ed americani. Nel 2003 ha suonato con John Popper (fenomenale armonicista di Blues Traveler) e con Roy Rogers. E’ stato nominato secondo miglior artista blues europeo per il 2005 nella classifica stilata dal sito specializzato francese bluesfeelings.com. Premio alla carriera “Festival del Mediterraneo” di Genova nel 2011. Nel 2011 sono stati pubblicati due cd, uno a proprio nome (“Takin” A Break”) ed uno a quattro mani con il bassista/cantante americano David James (“Purple House”). Ha ricevuto un premio alla carriera nel corso della finale 2018 dell’Italian Blues Challenge, tenutasi al teatro “G. Verdi” di Fiorenzuola d’Arda (PC), alla presenza dello scrittore Massimo Carlotto e di Sergio Mancinelli (Radio Capital)”.

INFO E BIGLIETTI – I biglietti, del costo di 15 Euro, si potranno acquistare la sera stessa del concerto presso la biglietteria posta presso Piazza Molinari dalle ore 19.30. La prenotazione dei biglietti potrà essere effettuata anche via web attraverso la piattaforma www.botteghinoweb.com – oppure attraverso le rivendite locali pubblicate sul sito www.festivaldalmississippialpo.com. Posti disponibili e numerati: 400. In caso di maltempo il concerto verrà annullato

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.