Frena il mercato immobiliare in Emilia-Romagna, a Piacenza la maggior flessione (-23,6%)

Più informazioni su

Nel I trimestre 2020 il mercato immobiliare residenziale emiliano-romagnolo segna una battuta d’arresto, soprattutto a causa del lockdown.

Secondo l’elaborazione del Centro Studi di Abitare Co. Abitare Co. – società di intermediazione immobiliare focalizzata sulle nuove residenze -, sui dati forniti dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, le compravendite di abitazioni nella regione sono calate rispetto allo stesso trimestre del 2019 del -12,6%, con 10.571 transazioni. L’Emilia-Romagna si posiziona tra le regioni al 5° posto in Italia per numerosità e al 15° posto per calo percentuale più marcato.

A livello territoriale, nel primo trimestre 2020 si registra una flessione delle compravendite in tutte le province, con i valori più marcati a Piacenza (-23,6% sul I trim. 2019) e Rimini (-16,5%). Seguono Parma (-14,2%), Modena (-13,1%), Bologna (-12,4%), Forlì-Cesena (-11,9%), Reggio Emilia (-11,0%), Ravenna (-10,6%) e Ferrara (-3,6%). Le province che hanno registrato il maggior numero di compravendite sono state, nell’ordine, Bologna (2.763), Modena (1.623), Reggio Emilia (1.183), Parma (1.071), Ferrara (953), Ravenna (947) e Forlì-Cesena (782), Rimini (680) e Piacenza (569).

E sul fronte dei prezzi? Tra le città capoluogo di provincia, Bologna è la più cara, con prezzi che si attestano a €3.100 al mq, seguita da Rimini con €2.400, Parma con €2.100, Modena con €1.900, Ravenna con €1.760, Forlì-Cesena con €1.500, Piacenza con €1.450, Reggio Emilia con €1.400 e Ferrara con €1.300.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.