“Mi hanno rubato i soldi e obbligata a salire in auto”, due giovani denunciati

Più informazioni su

“Aiuto, mi hanno rubato i soldi e mi hanno obbligata a salire in auto”. E’ la versione che una ragazza marocchina di 21 anni ha fornito alla polizia, intervenuta nella notte del 14 agosto dopo aver ricevuto la segnalazione di un cittadino che riferiva di aver sentito urlare una donna nella zona di via Pietro Cella.

Gli agenti hanno fermato un’auto, una Volkswagen, con a bordo tre persone: due ragazzi di origine marocchina, di 24 e 35 anni, e la ragazza, molto agitata, che ha affermato di non essere riuscita ad uscire dalla macchina perché le portiere erano bloccate. Condotti tutti in questura, la ragazza, residente a Torino, ha spiegato di trovarsi in città per incontrare un uomo con il quale ha una relazione; sempre secondo la sua versione, trascorsa la serata in un locale con un’amica, mentre era in attesa di rientrare in hotel era stata avvicinata dai due giovani, uno dei quali avrebbe tentato di rubarle i soldi dalla borsa. La ragazza ha raccontato di essersi allontanata: poco dopo è stata però nuovamente raggiunta dalla coppia, che l’avrebbe obbligata a consegnare 100 euro per poi trattenerla a bordo dell’auto.

Al termine degli accertamenti, i due stranieri sono stati denunciati per rapina e violenza privata. Il ragazzo di 24 anni ha rifiutato di sottoporsi all’etilometro e pertanto gli è stata ritirata la patente, con il sequestro della vettura.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.