Non ce l’ha fatta il 76enne travolto in bici da un’auto pirata

Non ce l’ha fatta Romolo Ferro, l’uomo di 76 anni di Gragnano (Piacenza) investito da un’auto che aveva poi proseguito la propria corsa senza fermarsi. L’anziano è deceduto all’ospedale Maggiore di Parma dove era giunto in eliambulanza in gravissime condizioni.

L’incidente – la cui dinamica è in corso di accertamento – era avvenuto nel pomeriggio di venerdì lungo la provinciale 7 tra San Nicolò e Gragnanino: dopo l’impatto, la persona alla guida della vettura – poi identificata per una 39enne piacentina – invece di fermarsi a prestare soccorso era fuggita facendo perdere le proprie tracce.

Le condizioni del 76enne ai sanitari intervenuti sul posto erano subito apparse molto gravi, e per lui era stato disposto il trasferimento in volo al Maggiore di Parma, dove è deceduto qualche ora dopo a causa delle lesioni riportate. Le rapide indagini condotte dai agenti della polizia locale Bassa Valtrebbia e Valluretta avevano portato a rintracciare la vettura pirata, che dopo l’urto aveva perso uno degli specchietti laterali, risalendo alla conducente.

La donna sarebbe anche ritornata sul luogo dell’incidente, dove era stata notata da alcuni cittadini: ora dovrà rispondere di omicidio stradale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.