Superbonus 110% riqualificazione immobili, prime richieste già arrivate in Banca di Piacenza video

Più informazioni su

Superbonus 110%, la Banca di Piacenza è pronta a sostenere privati, imprese e condomini con riferimento agli interventi di riqualificazione, efficientamento energetico e adeguamento antisismico degli immobili, previsti nel Decreto rilancio.

La banca locale, da sempre vicina al territorio, forte della sua indipendenza, della sua solidità patrimoniale e della sua liquidità è intenzionata a supportare tutte le realtà – nelle forme previste dalla legge recentemente emanata – attraverso l’acquisto dei crediti di imposta maturati da privati e condominii nell’ambito degli interventi di efficientamento energetico ed antisismico, concedendo finanziamenti alle imprese che andranno a realizzare i lavori di riqualificazione del patrimonio immobiliare.

Mancavano la Circolare 8 agosto 2020, n. 24/E recante “Detrazione per interventi di efficientamento energetico e di riduzione del rischio sismico degli edifici, nonché opzione per la cessione o per lo sconto in luogo della detrazione previste dagli articoli 119 e 121 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (Decreto Rilancio) convertito con modificazione dalla legge 17 luglio 2020, n. 77– Primi chiarimenti” e il Provvedimento 8 agosto 2020, n. 283847 recante “Disposizioni di attuazione degli articoli 119 e 121 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, per l’esercizio delle opzioni relative alle detrazioni spettanti per gli interventi di ristrutturazione edilizia, recupero o restauro della facciata degli edifici, riqualificazione energetica, riduzione del rischio sismico, installazione di impianti solari fotovoltaici e infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici”.

Da oggi 10 agosto la Banca di Piacenza, raccogliendo le richieste che quotidianamente giungono anche tramite l’apposito numero verde 800195122 a tal fine costituito, è pronta a dare attuazione a tutte le istanze che sono pervenute e perverranno dai molteplici soggetti interessati.

“Sono due i provvedimenti pubblicati dall’Agenzia delle Entrate, per un totale di 59 pagine – esamina l’avvocato Corrado Sforza Fogliani, presidente esecutivo della Banca di Piacenza -. Rimane però il fatto che si tratta di un film già visto, a partire dai primi finanziamenti: le norme di legge sono sempre molto ampie ma poi i provvedimenti attuativi contengono molto il campo di applicazione. Contengono restrizioni da una parte ma ci sono tuttavia tanti lati positivi quali ad esempio la possibilità di lavorare per stati di avanzamento, l’inclusione anche degli immobili vincolati. L’auspicio è che questi benefici possano dare una mano e una svolta anche ai lavori edilizi e alle imprese edili che sono veramente a terra, non tanto per l’emergenza sanitaria da pandemia di coronavirus quanto per la forte tassazione sia erariale che locale che ha creato una situazione nel mercato immobiliare assolutamente negativa”.

“È in discussione la parte che interessa la Confedilizia perché sappiamo che verrà modificato nell’ambito del decreto di agosto, che deve ancora uscire, a proposito della percentuale per la deliberazione dei lavori, e poi permane sempre il problema dei termini e dei quorum per la delibera della cessione di credito, ma questo è un altro discorso rimandato quantomeno alla previsione che sarà incluso nel decreto di agosto. La Banca di Piacenza è disponibile sia per la cessione del credito che per illustrare l’entità dei provvedimenti e della loro applicabilità. Sono certo che sarà una agevolazione che sarà molto utilizzata in quanti molto generosa come il momento meritava”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.