Tra tango e saudade, la fisa di Chiapelli a Cerignale

Per Summertime in Jazz venerdì 14 agosto alle ore 21.30 sarà la volta dell’accogliente paesino di Cerignale, gioiello dell’alta Val Trebbia che, grazie all’intraprendenza e alla dedizione del suo sindaco, da alcuni anni molti piacentini ben conoscono e apprezzano.

Per chi, invece, ancora non ne ha avuto esperienza, il consiglio è quello di coglierne l’occasione, approfittando del concerto della rassegna, che si svolgerà all’interno del cartellone “Appennino resistente” nella piazzetta dei Diritti e delle Tolleranze, un piccolo anfiteatro belvedere costeggiato da pannelli che ricordano i grandi valori della democrazia, dalla libertà e grandi quadri con le frasi di Madre Teresa, Giovanni Falcone e altri. Per godere di una gradevolissima pausa ferragostana, niente di meglio che un omaggio ai grandi autori della musica brasiliana e argentina rivisitata in una suadente originale chiave jazzistica. “BosTangando” è il nome dato a questo progetto, una promessa tutta da scoprire. Un bel quintetto capitanato dalla fisarmonica di Tiziano Chiapelli con Alessandro Bertozzi al sax alto, Giuliano Ligabue alla chitarra, Enzo Frassi al basso e Max Pieri alla batteria.

Dopo quella di Gianni Coscia, insieme a Max De Aloe e Daniele di Bonaventura, o ancora quella che dominava il quartetto dei Note Noire dello scorso anno, ancora una volta la protagonista della serata di Cerignale è in tutto e per tutto la fisarmonica, strumento popolare per eccellenza, ma che sa rivelare mille possibilità espressive e altrettante sfumature timbriche. Si rivela un’ottima compagna per quei musicisti che hanno voglia di improvvisare su libere melodie intrise di una dolce saudade o di un drammatico tango. Il progetto di Chiapelli permette ai musicisti di liberarsi nell’improvvisazione pura, al di fuori di schemi o di etichette, anche se la matrice latina è sempre ben presente. Il quintetto di Chiapelli, una fama internazionale costruita grazie all’abilità con cui ha saputo intrecciare jazz, tango e classica.

Il concerto è a ingresso libero, come tutti quelli della rassegna, fortemente voluta dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano e dai Comuni della val Trebbia e val d’Arda coinvolti nell’iniziativa. Tutte le info in tempo reale su www.summertimejazz.it oppure sui social, la pagina www.facebook/piacenzajazzfest, il profilo Twitter www.twitter/pcjazzclub attraverso l’hashtag #SummertimeInJazz o su Instagram con il profilo del Piacenza Jazz Club.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.