Quantcast

Tramonto DiVino, i salumi Dop piacentini protagonisti a Cesenatico foto

Tramonto DiVino, andato in scena nella splendida piazza “Spose Marinai d’Italia” di Cesenatico, vede ancora una volta protagonisti i salumi DOP piacentini.

Sul palcoscenico come sempre i vini e i prodotti DOP e IGP regionali proposti e raccontati in un nuovo format, in cene-degustazioni seduti, con posti limitati e prenotazione on line, e non più in libero accesso ai banchi d’assaggio per evitare gli assembramenti. Fil rouge il Bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi proposto in ricette a due mani tra i grandi cuochi di CheftoChef e Casa Artusi. A servire i piatti un’inedita collaborazione con gli allievi della Scuola di ristorazione IAL di Cesenatico coordinati dal maître Giulio Bianconcini e dalla direttrice Daniela Casadei.

La serata è iniziata con assaggi dei prodotti DOP e IGP regionali messi a disposizione dei consorzi partner con tre prodotti protagonisti: Coppa Piacentina DOP, Salame Piacentino DOP, Pancetta Piacentina DOP, Olio Evo di Brisighella DOP, Patata di Bologna DOP. Insieme a loro altri assaggi di prodotti certificati: Prosciutto di Parma e di Modena DOP, Parmigiano Reggiano DOP, Mortadella di Bologna IGP, Piadina Romagnola IGP, lo Squacquerone di Romagna DOP e gli altri formaggi della Centrale del Latte di Cesena.

Momento clou della serata sicuramente lo show cooking a quattro mani di Alberto Faccani, chef 2 Stelle Michelin del Magnolia di Cesenatico, insieme a Carla Brigliadori della Scuola di cucina di Casa Artusi di Forlimpopoli. Due i piatti proposti: passatelli con salsa di seppie nostrane, piselli e olio Evo di Brisighella, e la ricetta artusiana n. 446, rivista dallo chef Faccani, Tortino di Patate con Patate di Bologna DOP con Pancetta Piacentina DOP e Cozza romagnola. Una new entry quest’ultima nel paniere dei prodotti certificati di Tramonto DiVino, grazie all’acquisizione del marchio collettivo e al percorso intrapreso verso la certificazione IGP. La serata si è conclusa con un momento di festa per Enoteca Regionale Emilia Romagna che con torta e brindisi per celebrare i suoi 50 anni di attività.

Ad accompagnare i piatti, i sommelier di Ais Romagna ed Emilia hanno servito una sequenza di vini pensati ad hoc, dagli spumanti metodo classico e charmat, bianchi autoctoni come Albana, Pignoletto e Malvasia, Lambruschi rosè, i piacentini Gutturnio e Ortrugo i vini ferraresi delle sabbie fino ai rossi romagnoli strutturati, Sangiovese in testa. E con il dessert proprio il vino di una cantina piacentina; il Malvasia spumante dolce delle cantine Perini & Perini Nel corso della serata il giornalista conduttore Daniele De Leo ha raccontato le caratteristiche e peculiarità dei prodotti certificati dell’Emilia – Romagna

Presente alla manifestazione una troupe tedesca di Radio Antenne Frankfurt accompagnati dal Segretario generale della Camera di Commercio Italiana a Francoforte Dott. Eliomaria Narducci unitamente alla funzionaria Alessandra De Santis. Il Giornalista Eike Kuall ha intervistato il direttore del Consorzio di Tutela Salumi DOP Piacentini Roberto Belli sull’attività del Consorzio e nello specifico sulle attività che saranno svolte in Germania all’interno del progetto Europeo “Europe, Open Air Taste Museum”. Belli ha spiegato che la Germania è uno dei paesi obiettivo, unitamente alla Francia, e nel mese di settembre e ottobre sono in programma tre importanti appuntamenti. Il primo, proprio a Francoforte, una cena con la stampa d’opinione per raccontare e far degustare i nostri salumi DOP, a seguire, sempre a Francoforte, un B2B con operatori commerciali, e per finire una settimana dedicata ai salumi piacentini DOP dove trenta ristoranti, dieci a Francoforte, dieci a Berlino e dieci a Monaco terranno nel loro menù l’antipasto tipico piacentino.

Belli ha concluso l’intervista invitando i radioascoltatori di Antenne Frankfurt a degustare i salumi piacentini che rappresentano sicuramente una “fetta di storia” di Piacenza dove da sempre si fanno capolavori alimentari. A questo punto l’intervistatore ha voluto sapere con quali vini si abbinano questi splendidi salumi: Belli ha così avuto modo di parlare dei vini piacentini raccontando del Gutturnio, della Malvasia di Candia e dell’Ortrugo.

Sabato 12 Settembre Tramonto DiVino sarà in scena a Piacenza sotto le arcate di palazzo Gotico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.