8 curiosità sulla crema alla bava di lumaca

Più informazioni su

La crema alla bava di lumaca è straordinariamente benefica per la nostra pelle. Si tratta di un cosmetico ecologico, testato contro gli allergeni e realizzato nel totale rispetto dell’ambiente: il suo effetto positivo è molteplice, tanto purificante e idratante quanto nutriente e lenitivo.

Moltissime donne, al giorno d’oggi, apprezzano le proprietà di questo particolare ingrediente. Esso può essere utilizzato per numerosi preparati, compresi gli scrub, i sieri, le maschere per capelli e le formulazioni per il contorno occhi. Per non parlare della bava di chiocciola pura, complice della salute del derma e applicabile anche più volte al giorno!

Se vuoi ottenere un eccellente risultato e rendere la tua cute più liscia, luminosa e uniforme, ti consigliamo le creme alla bava di lumaca di Nuvò Cosmetic. Il brand in oggetto è professionale e affidabile, una vera garanzia nel settore del wellness. La sostanza principale adoperata comporta una serie di vantaggi; continua a leggere per conoscerla più a fondo, e per apprendere alcune curiosità al riguardo!

Bava di lumaca e principi attivi

Devi sapere che la bava di chiocciola include i più importanti principi attivi del tessuto cutaneo. Ci riferiamo innanzitutto al collagene, che di certo avrai sentito nominare: una proteina formata da amminoacidi, il cui scopo è sostenere e rafforzare le strutture della pelle. Questo estratto contiene anche acido glicolico, indispensabile per il rinnovamento delle cellule dell’epidermide. In più, la bava di lumaca è fonte di elastina, che contribuisce all’elasticità della cute, e di allantoina, famosa per la sua azione rigeneratrice. Senza dimenticare i mucopolisaccaridi, che creano un’autentica barriera protettiva contro i raggi ultravioletti, lo smog e il freddo.

Un po’ di storia

Sembra che la bava di lumaca, in quanto componente dei cosmetici, sia stata scoperta verso la fine del ‘900: più precisamente, intorno al 1980. Stando a ciò che ci tramandano le fonti, alcuni contadini si resero conto che le loro mani erano diventate molto più morbide dopo essere venute in contatto con le chiocciole uscite dal terreno. Si partì da questa constatazione per intraprendere studi e ricerche sull’argomento. Attualmente, la bava di lumaca è un ingrediente a dir poco popolare nell’ambito della beauty routine.

Come si ricava la bava dalle lumache?

Il processo che porta a estrarre la bava dai piedi delle lumache è semplice e assolutamente non invasivo. In pratica, si effettua un massaggio delicato con l’aiuto di un po’ d’acqua tiepida: l’operazione non dura più di 30 secondi, e nel mentre gli animali iniziano a rilasciare il fluido. Alla fine, le chiocciole sono rimesse sul territorio senza che il loro ciclo biologico subisca alcuna interruzione. Le loro condizioni, prima e dopo, sono monitorate con attenzione. La bava è filtrata scrupolosamente in laboratorio, così da incrementare la qualità del prodotto finito.

Crema alla bava di lumaca e proprietà anti-age

Le creme che rientrano in questa categoria possiedono eccezionali capacità anti-age. La bava di lumaca è un antiossidante naturale: ciò significa che combatte la formazione dei radicali liberi, e rallenta l’invecchiamento delle cellule e la comparsa dei segni del tempo. Un articolo per skin care di questo tipo è un vero nemico delle rughe, delle linee di espressione e delle macchie della pelle!

Cute grassa, secca o mista?

Un dato interessante sulla crema a base di bava di chiocciola è il seguente: un cosmetico del genere è perfetto per l’epidermide grassa, mista o secca. Esistono in commercio formulazioni differenti, nelle quali la percentuale di bava è variabile e si concilia con altre sostanze (come gli oli vegetali, fondamentali in caso di secchezza). Prima di procedere con l’acquisto, dedica qualche secondo alla lettura dell’etichetta. Non avrai problemi a individuare la crema che fa per te!

La bava di lumaca è antibatterica

Continuando il nostro discorso, ti comunichiamo che una crema alla bava di chiocciola non è solo idratante, esfoliante, protettiva e rigenerante. Queste preparazioni sono anche antibatteriche: sono, dunque, ideali come sostegno alla cura dell’acne. Tale disturbo è spesso provocato da un batterio, il Propionibacterium acnes (o P. acnes), che viene però ucciso dalla bava di lumaca.

La Helix aspersa Müller

Nella maggior parte delle situazioni, la bava destinata alle creme, ai sieri, agli scrub ecc. è ottenuta dalla specie chiamata Helix aspersa Müller. Il motivo è semplice: queste lumache si adattano a molti territori, sono versatili e tollerano bene diverse condizioni climatiche. Le chiocciole riportano, nel nome, quello del loro scopritore: il naturalista danese Otto Friedrich Müller, autore di numerose opere incentrate sulla zoologia. Pensa che lo studioso riuscì a classificare oltre 3.000 animali della Norvegia e della Danimarca!

Crema vs siero

A volte i due termini, “crema” e “siero”, sono usati indistintamente: questo è tuttavia un errore, perché il secondo è molto più liquido rispetto alla prima. I sieri non possiedono una “parte grassa”, sono fluidi e penetrano più rapidamente nei tessuti cutanei. Ad ogni modo, con la bava di lumaca possono essere realizzate tanto le creme quanto i sieri.

Nuvò Cosmetic e i suoi prodotti alla bava di lumaca

Come già abbiamo sottolineato in precedenza, il marchio Nuvò Cosmetic offre un vasto catalogo di creme alla bava di lumaca per ogni esigenza. Ce ne sono di tutte le tipologie, per pelle secca, grassa, mista e sensibile; alcune, oltre a essere ecologiche, sono anche biologiche e certificate. La vision di Nuvò si fonda su criteri come la salvaguardia dell’ecosistema, la ricerca dell’eccellenza, la volontà di preservare la salute dei clienti con preparati del tutto benèfici. Ogni singola formulazione, al 100% made in Italy, deriva da indagini minuziose e da un sincero amore nei confronti dell’ambiente.

L’allevamento di lumache dell’azienda si trova in un contesto unico, nei pressi del Lago di Garda (vicino a Peschiera). Insieme all’ingrediente principale se ne adoperano altri ugualmente utili: ricordiamo il burro di karité e quello di mango, l’olio di Argan, l’olio di jojoba, il mentolo, la vitamina A e la vitamina E. L’obiettivo è soddisfare ogni possibile richiesta con un assortimento di cosmetici completo e trasversale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.