Quantcast

Al Jolly tornano i grandi classici del cinema in versione restaurata: lunedì proiezione di “The Elephant Man”

Riparte al Cinema Jolly di San Nicolò – in collaborazione con la Cineteca di Bologna – la rassegna “Il Cinema Ritrovato”.

Lunedì 21 Settembre (ore 21.30) sul grande schermo verrà proiettato il film “The Elephant Man” di David Lynch, in versione originale sottotitolata. Nel 40esimo anniversario dall’uscita nelle sale, gli spettatori potranno assistere ad una versione della pellicola restaurata in 4k: la vicenda è quella di John Merrick, soprannominato “l’uomo elefante”, personaggio freak della Londra vittoriana proto-industriale, deformato da una rara malattia e ridotto così tristemente a fenomeno da baraccone. Un film epocale, che ha cambiato le regole dell’horror, invertendo le dinamiche tra ‘mostro’ e spettatore: chi ha paura di chi?. “Non meno ancestrale e traumatico di Eraserhead, ibrido e tragicomico come il suo protagonista, da una parte trascina al pianto il grande pubblico e dall’altra fa saettare schegge di orrido e memorie di Tod Browning” (Roy Menarini). Il restauro esalta il bianco e nero del grande Freddie Francis, dando nuova forza a questa attualissima riflessione sullo sguardo e sull’orrore, messa in scena da uno dei registi più visionari della storia del cinema.

La rassegna, che propone classici del cinema che “ritrovano” il grande schermo e l’incontro vivo col pubblico di una sala cinematografica, è promossa dalla Cineteca di Bologna insieme al Circuito Cinema: in programma la distribuzione di una serie di dieci grandi film nelle sale del Circuito Cinema, diffuse sull’intero territorio nazionale. Si tratta, in tutti i casi, di film restaurati con tecnologia digitale negli ultimi anni, riportati quindi a uno splendore e a una nitidezza visiva mai raggiunti prima: in tutti i sensi, prime visioni. I film saranno presentati in versione originale con sottotitoli italiani.

Dopo Elephant Man, ecco le proiezioni in palinsesto per i prossimi mesi:

– Ottobre: “Caro Diario” di Nanni Moretti

– Novembre: “Fino all’ultimo respiro” di Jean Luc Godard

– Gennaio: “Quando eravamo re” di Leon Gast

– Gennaio: “Mr Klein” di Joseph Losey (Per la Giornata della Memoria)

– Febbraio “Gli spostati” di John Huston

– Marzo “Accattone” di Pier Paolo Pasolini

– Aprile “Serpico” di Sidney Lumet

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.