Quantcast

Ciclismo, domenica va in scena la Challenge bresciana Giancarlo Otelli

Più informazioni su

Tanta voglia di correre, sforzi organizzativi ancora più intensi visto il periodo e la volontà di ricordare la figura di Giancarlo Otelli, patron dell’Aspiratori Otelli scomparso a inizio 2019 e che resta nella memoria e nei ricordi di tutti gli appassionati di ciclismo.

A lui è dedicata la Challenge Bresciana che domenica vedrà l’appuntamento a Ponte Zanano di Sarezzo (Brescia) con la corsa su strada per Juniores che partirà e arriverà davanti allo stabilimento dell’Aspiratori Otelli in memoria di Giancarlo. E’ proprio la sua “creatura sportiva” a organizzare la manifestazione che vedrà il ritrovo alle 7 in via Unità d’Italia 12 a Ponte Zanano di Sarezzo, dove alle 10 è previsto il via e dove – dopo 90 chilometri e 650 metri – è fissata anche la linea d’arrivo che incoronerà il vincitore 2020.

Il tracciato toccherà Gardone Val Trompia, Marcheno, Brozzo, vedrà il primo Gpm di giornata a Lodrino (736 metri di altitudine) per poi proseguire a Casto, piani di Mura, Nozza e affrontare due volte le località di Barghe, Preseglie (Gpm a 386 metri d’altitudine) e bivio Pregastine. Nel primo giro si toccherà anche Sabbio Chiese, mentre al termine della seconda tornata ci si dirigerà verso la tangenziale di Odolo, con i concorrenti che dovranno affrontare l’ultima salita del Colle Sant’Eusebio (Gpm 574 metri) e scendere infine verso Nave, Concesio, Villa Carcina, Sarezzo e infine Ponte Zanano.

Nel 2019, la Challenge Bresciana Giancarlo Otelli aveva visto i riflettori puntati il 14 luglio scorso a Valle di Sarezzo: il portacolori dell’Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco Baiocchi Alchem Cadeo Carpaneto Francesco Calì aveva trionfato nella prova in linea del mattino (Memorial Tino), mentre Mathias Vacek (Team Giorgi) aveva firmato il colpo doppio conquistando la cronometro del pomeriggio “Ricordando Giancarlo” e vincendo la classifica della Challenge Bresciana davanti allo stesso Calì e al compagno di squadra Alessio Martinelli. A distanza di poco più di un anno, si torna a pedalare in ricordo di Otelli in quella che di fatto (letteralmente in senso stretto) è la prima prova su strada in regione per la categoria Juniores dopo l’ouverture all’autodromo di Monza. A oggi, figurano iscritti 177 atleti in rappresentanza di 24 formazioni italiane.

“Laura Otelli (figlia di Giancarlo, ndc) – commenta Simone Pontara, presidente del team ciclistico Aspiratori Otelli che organizza l’evento – ci teneva tanto a organizzare anche quest’anno questo appuntamento nonostante le difficoltà del periodo e ha trovato appoggio in tutti coloro che normalmente collaborano con lei. Siamo orgogliosi di poter proporre questo appuntamento dal sapore speciale in Lombardia. E’ importante far correre i ragazzi, che hanno trascorso mesi sui rulli e hanno gare con il contagocce in questi mesi. La gara si svolgerà su un percorso storico già teatro di tante corse negli anni ’80 partendo e arrivando in Val Trompia dopo aver toccato la Val Sabbia. L’arrivo sarà piatto con una chicane ai meno 150 metri”.

CONVOCATI ITALIANI – Tris di convocazioni per l’Aspiratori Otelli Vtfm Carin Loxam Baiocchi Alchem Cadeo Carpaneto per i campionati italiani Juniores su strada che si disputeranno sabato a Montegrotto Terme (Padova). Nella rappresentativa lombarda figurano il bresciano Giosuè Epis e il brianzolo Andrea Piras (reduce dall’Europeo di Plouay) – con Gabriele Coloberti riserva – mentre il modenese Francesco Calì difenderà i colori dell’Emilia Romagna.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.