Esordio da dimenticare per il Piace: il Grosseto espugna il Garilli (0-2) foto

PIACENZA-GROSSETO 0-2 (’54 Moscati; 90+1′ Galligani)

Dopo il ko in Coppa Italia, il Piacenza parte male anche campionato. Al Garilli è il Grosseto, al ritorno fra i professionisti, a festeggiare grazie alla rete ad inizio ripresa di Moscati e, nel recupero, di Galligani.

E dire che l’inizio dei biancorossi, con due ottime occasioni non sfruttate nei primi minuti, aveva fatto ben sperare; poi la squadra di Manzo ha lasciato progressivamente campo ai toscani che ne hanno approfittato capitalizzando al meglio un calcio da fermo che ha spaccato una gara rimasta fino a quel momento in equilibrio. Troppo blanda però, dopo lo svantaggio, la reazione dei biancorossi, che hanno evidenziato tutti i limiti attuali.

LA PARTITA – Manzo è costretto a rinunciare a Villanova, nel tridente insieme a Babbi giocano Heatley e Lamesta; in difesa c’è Battistini al posto di Corbari. Gara divertente in avvio. Parte meglio il Piacenza e già al 6’ sono brividi per il Grosseto: bella iniziativa di D’Iglio che premia l’inserimento di Pedone, il cui diagonale finisce fuori di poco. Subito dopo il colpo di testa di Bruzzone su calcio piazzato di Palma non trova la porta, poi al 13’ è Babbi a fallire il vantaggio: servito da una gran palla in verticale di Palma, l’attaccante calcia dall’interno dell’area piccola ma si fa chiudere lo specchio da Antonino che devìa in angolo. Gli ospiti faticano a ripartire e si vedono solo con un paio di conclusioni dalla distanza, ma con il passare dei minuti guadagnano campo anche perchè la spinta iniziale dei biancorossi si spegne. Vettorel resta comunque inoperoso, mentre dall’altra parte Antonino è chiamato nel finale di tempo alla risposta sulla punizione da posizione defilata di Palma.

Nessun cambio al rientro in campo dopo l’intervallo e le squadre ripartono su buoni ritmi. La prima conclusione dopo tre minuti è di Kraja che mette in difficoltà Vettorel, costretto alla parata in due tempi. La replica del Piacenza è un colpo di testa di Lamesta, su cross di Visconti, bloccato a terra da Antonino. Al 53’ scambio stretto Pedrini-Galligani, la conclusione di quest’ultimo da pochi passi chiama Vettorel al grande intervento di piede. E’ però il preludio al gol: sul corner seguente la spizzata di Pedone favorisce sul secondo palo Moscati che non ha difficoltà ad appoggiare in rete di testa. Il Piacenza non riesce a scuotersi e a proporsi con continuità in avanti, con il Grosseto che controlla agevolmente la gara. Manzo inserisce Daniello, Maio e Galazzi per Simonetti, Heatley e Lamesta, ma l’inerzia del match non si sposta e Antonino resta di fatto inoperoso; anzi, è il Grosseto ad andare vicino alla rete con il neo entrato Russo. Nel finale dentro anche Siani e Corbari per il forcing finale, che non ci sarà: complice la stanchezza aumentano gli errori e proprio una palla persa favorisce l’infilata di Galligani che tutto solo non ha difficoltà a battere Vettorel.

Domenica prossima trasferta a Pontedera: il campionato parte già in salita.

MANZO “NON ERA L’ESORDIO CHE SOGNAVO” – Non nasconde la propria delusione a fine gara Vincenzo Manzo: “Non sono contento, sono molto dispiaciuto per il risultato. La prestazione a tratti c’è stata, ma è troppo poco. Serve concretizzare quello che si crea e gestire meglio alcune situazioni. Non è l’esordio che sognavo”. “Siamo partiti bene – l’analisi di Matteo Battistini -, dovevamo essere più cinici e cattivi sotto porta. Ora torniamo ad allenarci, dobbiamo analizzare gli errori fatti per non commetterli di nuovo”.

SARA’ UNA STAGIONE DIFFICILE – Il COMMENTO di Luigi Carini – Il Piacenza, nonostante dimostri una leggera crescita, fatica ad entrare nella competitività della serie C. La squadra è giovane e leggera; la manovra è di discreto livello ma, si sa, nel calcio per fare risultati occorrono difese che non subiscano reti ed attacchi capaci di farne. Il Piacenza è carente proprio in questi settori. Inoltre manca anche quel briciolo di fortuna spesso essenziale per fare il risultato. Ed i biancorossi non hanno avuto fortuna nel primo tempo, quando hanno costruito e fallito tre nitide palle gol; non hanno avuto fortuna quando nella ripresa, subìto il gol, hanno stretto d’assedio gli ospiti ricavandone soltanto diversi cross facili preda della difesa avversaria.

E’ difficile individuare i motivi di questa debolezza. La squadra è allenata bene ed è messa in campo con criterio tattico avveduto e sapiente. Manca, però, il tasso tecnico adeguato. Di conseguenza le vie da percorrere, a nostro avviso, rimangano due: o il rafforzamento della rosa (Corradi e Nicco potrebbero essere importanti) o un atteggiamento tattico più umile rinunciando ad essere meno propositivi e proteggendo maggiormente la difesa ed agendo in contropiede. In conclusione, si deve riconoscere che il risultato è bugiardo; oseremmo dire che il Piacenza non meritava assolutamente la sconfitta ed un risultato di parità avrebbe meglio rispecchiato il valore delle due squadre. Forse potrebbe essere salutare una buona iniezione di ottimismo e di fiducia nei propri mezzi, limiti che potrebbero essere alla base dei numerosi errori determinanti.

Un esordio amaro, dunque, ma non è il caso di fasciarci la testa. Si è sempre detto e saputo che questa sarebbe stata un’annata difficile. E’ soltanto arrivata la conferma.

LA CRONACA

90+4′ Finisce qua: triplice fischio al Garilli. Esordio di campionato da dimenticare per la squadra di Manzo contro una diretta rivale per la salvezza. Nel prossimo turno in trasferta contro il Pontedera servirà un altro Piace.
90′ +4 Ammonito Russo del Grosseto. Fallo tattico per evitare la ripartenza del Piacenza

90′ +1 Raddoppio Grosseto: Galligani con una conclusione precisa supera Vettorel. 0-2. Svaniscono con tutta probabilità qui le speranze di rimonta per il Piacenza

90′ Ultimi scampoli di partita: l’arbitro concede 4 minuti di recupero. Biancorossi chiamati al forcing finale per trovare almeno il pari

84′  Altri due cambi per i padroni di casa: Siani prende il posto di Palma, Corbari di Pedone.

76′ Il Grosseto cambia anche Polidori, in campo entra Kalaj

76′ Nuova sostituzione tra le fila toscane: esce l’autore del gol Moscati, entra al suo posto Russo

71′ Il Piace rimane in partita, ma il Grosseto per il momento sembra poter controllare senza troppi problemi, non rinunciando a qualche sortita offensiva.

68′ – 69′: Sequenza di cambi anche per i biancorossi: fuori Heatley e dentro Maio, mentre Lamesta lascia il posto a Galazzi

66′- ’67 Doppio cambio nel Grosseto: escono Boccardi per Sicurella e Pedrini per Sersantini

62′ Manzo chiama il primo cambio: esce Simonetti ed entra Daniello

60′ Secondo ammonito per il Piace: gallo per Palma.

59′ Primo cambio nel Grosseto, fuori Kraja e dentro Fratini

54′ Doccia fredda al Garilli: il Grosseto passa in vantaggio con un colpo di testa di Moscati. 0-1

46′ Al via la ripresa al Garilli, non ci sono cambi nelle due formazioni

Fine primo tempo: l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi. Primo tempo tutto sommato equilibrato, più Piace nella prima parte di frazione, poi col passare dei minuti è venuto fuori il Grosseto.

45′ +1 Secondo ammonito negli ospiti: sanzionato Polidori

45′ +1 Due minuti di recupero

44′ Punizione per il Piace: Antonio Palma disegna un destro a giro sopra la barriera su cui vola il portiere Antonino. Angolo per i biancorossi

39′ Pareggiato il conto dei gialli: ammonito Simonetti del Piacenza

31′ D’Iglio recupera palla vicino all’area di rigore del Grosseto e viene atterrato da Pedrini che viene ammonito. Lo stesso D’Iglio batte il calcio piazzato ma la palla finisce sulla barriera

14′ Altra occasione per i biancorossi: da Palma la palla finisce a Babbi, conclusione col mancino ma il portiere avversario è bravo a deviare in angolo

7′ Palla gol per il Piace: Pedone riceve da d’Iglio ma il tentativo non va a buon fine

1′ Fischio d’inizio al Garilli: comincia il campionato del Piace

LA FORMAZIONE UFFICIALE

📋 Questa la formazione ufficiale, oggi scendiamo in campo così! #iotifoPiace

Pubblicato da Piacenza Calcio su Domenica 27 settembre 2020

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.