Dal Governo altre risorse per le Unioni dei Comuni: nel piacentino 244mila euro

Più informazioni su

Bologna – Dal Governo 7,5 milioni di euro per le Unioni dei Comuni dell’Emilia-Romagna. Risorse che sommate ai 18,2 milioni già messi in campo dalla Regione con il Piano di riordino territoriale, portano a 25,7 i contributi al sistema che in Emilia-Romagna coinvolge 280 comuni.

Lo ha annunciato questa mattina l’assessore regionale al Bilancio, Paolo Calvano, durante un seminario promosso da viale Aldo Moro nell’ambito del ciclo di incontri tematici per lo scambio delle best practices tra enti locali. Le risorse, stanziate nel decreto Rilancio sono inserite nel pacchetto di contributi straordinari per il sostegno agli enti locali.

“La collaborazione tra Governo, Regione ed enti locali ha portato ad un importante risultato: è un’iniezione di fiducia per lo sviluppo del nostro territorio. Nella prima formulazione del Decreto del Governo – commenta l’assessore Calvano – le Unioni di Comuni non erano state prese in considerazione. Grazie al lavoro messo in campo dalla Regione, da Anci e da Ifel è stato riconosciuto da parte del Governo, in fase di conversione, il ruolo delle Unioni con adeguati finanziamenti. Ora prosegue il nostro impegno affinché le Unioni siano adeguatamente considerate in tutti i provvedimenti per gli enti locali che lo Stato metterà in campo”.

La ripartizione per province dell’Emilia-Romagna vede destinati: a Bologna 1.450.697 euro, a Forlì-Cesena 632.318 euro, a Ferrara 1.130.139 euro, a Modena 1.919.637 euro, a Piacenza 244.249 euro, a Parma 170.685 euro, a Ravenna 1.053.817 euro, a Reggio-Emilia 791.616 e a Rimini 85.979. /gia.bos.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.