Giornate del Patrimonio, a Piacenza tante iniziative tra arte e storia

Più informazioni su

Sabato 26 e domenica 27 settembre si celebrano le Giornate Europee del Patrimonio 2020 dedicate al tema “Imparare per la vita”, nella traduzione del tema europeo Heritage and education. Learning for Life.

La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Parma e Piacenza ha organizzato un ricco calendario di eventi, tutti gratuiti, nelle due città e sul territorio delle due province di competenza. Sabato 26 settembre a Piacenza, in collaborazione con la Diocesi di Piacenza-Bobbio e con l’Ordine degli Architetti PPC di Piacenza, a partire dalle ore 15 si presenta il cantiere di restauro di una parte della gotica basilica di San Francesco. Dell’intervento, diretto dal Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo dell’Emilia-Romagna, sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Parma e Piacenza, parleranno l’architetto Camilla Burresi per la Soprintendenza, i progettisti architetto Filippo Armani e ingegnere Caterina Trintinaglia. I visitatori saranno poi accompagnati da Anna Còccioli Mastroviti – storico dell’arte della Soprintendenza – e Susanna Pighi, conservatore di Kronos, che illustreranno i dipinti e gli stucchi delle cappelle di S. Antonio e del Malosso (ore 15.00-19.00). Evento accreditato dall’Ordine degli Architetti PPC di Piacenza (4 C.F.).

Sempre sabato 26, a Rivergaro (Piacenza) l’architetto Emanuela Rossi della Soprintendenza con il parroco don Giuseppe Lusignani, presentano il restauro dell’oratorio di San Rocco. Intervengono anche il progettista architetto Lisa Ferrari e il restauratore Luca Panciera a partire dalle ore 15.

Domenica 27 settembre 2020 Castione di Ponte dell’Olio (Piacenza) si terrà l’evento “Prospettiva, luce e colore nella decorazione della Chiesa di San Giovanni Battista”. In collaborazione con la Diocesi di Piacenza-Bobbio e con la parrocchia di Ponte dell’Olio, presentazione del restauro dell’apparato decorativo della settecentesca chiesa di San Giovanni Battista, a cura di Anna Còccioli Mastroviti, storico dell’arte della Soprintendenza. Dopo i saluti del parroco don Mauro Bianchi e del vice sindaco Fabio Callegari, intervengono l’architetto Manuel Ferrari direttore dell’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Piacenza Bobbio, Anna Còccioli Mastroviti, il restauratore Dino Molinari e Stefano Pronti che illustrerà il nuovo apparato didascalico della chiesa (dalle ore 10.30).

A Piacenza, presso l’Oratorio di San Cristoforo, ci sarà l’appuntamento intitolato “Domenico Valmagini e Ferdinando Galli Bibiena: architettura e grande decorazione”. I funzionari della Soprintendenza, architetto Cristian Prati e Anna Còccioli Mastroviti intratterranno il pubblico sulla vicenda costruttiva e della decorazione del seicentesco oratorio di San Cristoforo, progettato dal ticinese architetto Valmagini sul volgere del Seicento, oggi sede del Museo della Poesia. Intervengono anche il direttore dell’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Piacenza Bobbio  Manuel Ferrari, il progettista del Museo della Poesia Laura Silvotti (ore 14.30-18.30). Evento in collaborazione con la Diocesi di Piacenza-Bobbio e con l’Ordine degli Architetti PPC di Piacenza.  Accrediti dell’Ordine Architetti di Piacenza (4 C.F.).

INFORMAZIONI E NORME ANTI-COVID – Per tutti gli eventi è richiesta la prenotazione (patrizia.delsoldato@beniculturali.it; anna.cocciolimastroviti@beniculturali.it) al fine di garantire la tutela della salute e per evitare assembramenti e assicurare il distanziamento sociale. Obbligatorio l’uso della mascherina. 

VISITE GUIDATE A PALAZZO FARNESE –  Sempre nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio 2020, a Piacenza, domenica 26 settembre, sono in programma alcune visite guidate a Palazzo Farnese. L’iniziativa –  promossa dall’Archivio di Stato in sinergia con il Ministero per i Beni Culturali e le Attività Culturali – è stata intitolata “Divertirsi a Piacenza. Percorso inedito tra i luoghi del divertimento nella città dei secoli passati”. Le visite guidate sono in programma alle ore 9.30, 10.30, 11.30.​

L’idea – spiegano gli organizzatori – è quella di presentare un percorso alla scoperta dei luoghi e dei modi del divertimento nella Piacenza dei secoli passati. Verranno prese in esame diverse tipologie di fonti d’archivio per illustrare sia le tipologie di divertimento – gli spettacoli pubblici, le stagioni teatrali, i circhi e gli spettacoli viaggianti – sia i luoghi dove avvenivano – i teatri, le piazze, i circhi, le balere. Si partirà dalle stampe dei macchinoni per la festa dell’Assunta del 15 agosto che annualmente venivano allestiti nella Piazza dei Cavalli, per arrivare alle locandine degli spettacoli teatrali e ai manifesti dei circhi e degli spettacoli viaggianti nonché alla pubblicità delle balere.

INFORMAZIONI E NORME ANTI-COVID – Il percorso avverrà nel rispetto delle norme per il contenimento dell’epidemia di Covid 19. Pertanto l’accesso è riservato a 15 persone con prenotazione obbligatoria o al telefono (0523 338521) o per e mail (as-pc.salastudio@beniculturali.it) alle quale verrà data conferma. L’accesso all’Archivio è consentito al massimo a 15 persone per visita con l’obbligo della mascherina. I partecipanti potranno accedere alle visite guidate con una temperatura corporea inferiore ai 37,5 gradi. La temperatura verrà misurata prima delle visite guidate, per le quali si raccomanda la massima puntualità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.