Quantcast

“Il coraggio di ricominciare”, a Palazzo Farnese l’omaggio musicale dell’esercito per Piacenza

“Con questo evento vogliamo celebrare il grande impegno profuso dalle istituzioni e dalle persone impegnate in prima linea durante l’emergenza, ma anche ricordare chi non ce l’ha fatta”.

Così il colonnello Salvatore També, comandante del 2° Reggimento Genio Pontieri, ha sintetizzato lo spirito alla base del concerto organizzato dall’esercito, in sinergia con l’amministrazione comunale, in programma a Piacenza nella serata di mercoledì 23 settembre (ore 21, ingresso libero fino a esaurimento posti) a Palazzo Farnese e rinominato simbolicamente “Il coraggio di ricominciare”.

“Da tempo avevamo in mente di organizzare un’iniziativa di questo tipo per la città – ha spiegato in occasione della conferenza stampa di presentazione del concerto, svoltasi nella mattinata del 17 settembre nella sala consiliare in Municipio -. Inizialmente l’evento musicale era in programma a inizio marzo, per la Festa della Donna. Poi, con l’esplosione della pandemia si è fermato tutto; a luglio abbiamo ripreso i discorsi, arrivando così ad organizzare questa serata. Ovviamente con un tema diverso, anche se l’omaggio alle donne rimane: infatti l’immagine della locandina vede protagonista quella parte del Monumento ai Pontieri con la donna che solleva il bambino”.

Un momento importante della serata sarà la consegna del “pontierino” a coloro che si sono distinti maggiormente nei giorni dell’emergenza. “Si tratta – ha detto Tambè – di una statuetta che normalmente viene consegnata ai pontieri più meritevoli, ma che in questa occasione abbiamo deciso di dare anche ad altri personaggi o istituzioni che nei mesi scorsi hanno portato avanti i valori che questo oggetto incarna, come la lealtà e lo spirito di sacrificio. Uno verrà consegnato ad alcuni operatori sanitari in rappresentanza di tutta l’Ausl, un altro sarà destinato alla Prefettura, uno al nostro vescovo Gianni Ambrosio. Altri due andranno ai familiari di persone che ci hanno lasciato a causa del covid, per rendere loro omaggio: Giuseppe Curallo, storico presidente del Cineclub Piacenza e Nelio Pavesi, consigliere comunale a Piacenza e profondo conoscitore e amante della musica”.

Una battuta sul concerto del 23 settembre anche dall’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi. “La città riparte anche con il linguaggio universale della musica, con la sua armonia – ha detto -. Le forze armate, insieme a medici e infermieri, sono sempre stati in prima fila durante l’emergenza: il loro è stato un intervento indispensabile che ci ha dato speranza e ha permesso di guardare avanti. Questo concerto è un’altra dimostrazione della loro grandezza e del loro valore”.

La direzione del concerto sarà affidata al Maestro Patrizia Bernelich, la quale ha spiegato nel dettaglio il programma della serata “Protagonista sarà la musica di alcuni grandi, come Giuseppe verdi, Giacomo Puccini, Georges Bizet, Gioachino Rossini, Gaetano Donizetti e W.A. Mozart. A suonarla il Coro Lirico Ponchielli- Vertova di Cremona, il Coro Consonanze di Piacenza, “Le Voci del Terzo” (Terzo Circolo Didattico di Piacenza, direzione Raffaella Fellegara), il 2020 Piacenza Ensemble e il quartetto di voci soliste formato da Nan Zheng Bonfanti, Eleonora Filipponi, Pietro Brunetto, Mauro Bonfanti. A presentare la serata saranno Rita Nigrelli e Marilena Massarini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.