Quantcast

“Il Tempo del sogno”, Concorto Film Festival protagonista di due serate a Parma

Il 3 e 4 ottobre Concorto Film Festival sarà protagonista a Parma di due serate dedicate all’audiovisivo e alla commistione tra le arti; teatro degli eventi sarà il meraviglioso spazio BDC28, una chiesa sconsacrata di suggestiva bellezza posta in Borgo delle Colonne 28, nel centro di Parma. Il doppio appuntamento, dal titolo Il tempo del sogno, vede Concorto alle prese con l’esplorazione del lato onirico e inconscio della mente umana, un viaggio che si divide in due eventi.

Il 3 ottobre, alle 21.30, si terrà una proiezione di cortometraggi (fiction, animazioni, documentari) provenienti dall’ultima edizione del festival appena conclusa e dalle edizioni precedenti. Un’occasione unica per immergersi nella varietà di forme offerta dalla cinematografia breve internazionale e di esplorarne gli aspetti più onirici e misterici. Questi i titoli che verranno proiettati: MIN BORDA (The Burden) di Niki Lindroth von Bahr, 2017; AN ISLAND di Rory Byrne, 2017; THE UNSEEN RIVER di Pham Ngoc Lan, 2020; LA FLÈCHE DELTA di Francesco Vecchi, 2014; THE 99 STEPS LEFT FROM THE SQUARE di Sevgi Eker, 2017; TELEFONUL (The Call) di Anca Damian, 2018; MALODY di Phillip Barker, 2012.

Il 4 ottobre, alle 21, si terrà la prima mondiale della performance GOLDBERG VARIATIONS – Un viaggio onirico per trio d’archi, corpo solo e immagini prodotta da Associazione Concorto con il contributo di Emilia Romagna Teatro Fondazione. La performance, nata da un’idea del violinista Gian Maria Lodigiani e del coreografo Riccardo Buscarini, ha come obiettivo l’esplorazione del lato onirico delle Variazioni Goldberg di JS Bach, attraverso una interpretazione unica nel suo genere che vede protagonisti un trio d’archi, un danzatore, e una “struttura effimera” di videomapping e proiezioni sul corpo e sull’ambiente circostante. Una performance che unisce musica, danza e audiovisivo con il preciso obiettivo di creare un’esperienza sincretica e immersiva tra le arti.

L’evento prevede una introduzione dedicata a Giuseppe Verdi – Il sogno di Verdi – ed è inserito nel circuito del Festival Verdi OFF 2020.

Modalità di accesso – Entrambi gli eventi si terranno presso BDC28, Borgo delle Colonne 28, Parma. L’ingresso è gratuito ma la prenotazione è obbligatoria, in ottemperanza alle normative anti Covid-19; l’accesso in sala è consentito solo con mascherina. Per la serata del 3 ottobre è necessario registrarsi a questo link: https://www.eventbrite.com/e/registrazione-il-tempo-del-sogno-1-119861211109. Per accedere a Goldberg Variations il 4 ottobre è necessario prenotare il proprio posto a sedere sul sito del Teatro Regio di Parma, a questo link (cliccare su PRENOTA): https://www.teatroregioparma.it/spettacolo/goldberg-variations/.

CONCORTO FILM FESTIVAL Concorto Film Festival nasce nel 2002 e nel corso degli anni è divenuto un punto di riferimento italiano nel mondo del cortometraggio. Ogni anno, alla fine di agosto, nella splendida cornice di Parco Raggio a Pontenure, i cortometraggi facenti parte della selezione finale vengono proiettati alla presenza dei loro autori e una giuria di professionisti del settore decreta il vincitore del primo premio, l’Asino d’Oro. Organizzato dall’Associazione Concorto, oggi il Festival riceve più di 3.500 corti ogni anno e richiama giovani filmmaker da tutto il mondo al loro debutto dietro la macchina da presa e non.

Concorto, inoltre, fa parte da qualche anno della delegazione italiana al più prestigioso festival mondiale di cortometraggi (Clermont-Ferrand), oltre che della Short Film Conference, l’organismo che raggruppa i principali festival di cortometraggi del mondo, e collabora con numerosi festival internazionali (tra cui l’Internationale Kurzfilm Festival di Amburgo, Encounters di Bristol, l’Internationale Kurzfilmtage di Winterthur e Interfilm Berlin; ha prodotto due cortometraggi, organizza laboratori cinematografici e fotografici per le scuole superiori. Tra i registi passati in concorso negli anni: Denis Villeneuve, Werner Herzog, Ruben Östlund, Pippo Delbono, Ben Rivers, Jens Assur, Jean-Gabriel Périot, Laura Bispuri, Gabriele Mainetti, Antonio Piazza e Fabio Grassadonia.

Hanno fatto parte delle giurie, tra gli altri, Daniele Ciprì, Jacopo Benassi, Filippo Mazzarella, Pier Maria Bocchi, Luca Malavasi, DEM, Anita Kravos, Giuseppe Sansonna, Lidiya Liberman, Teho Teardo, Monika Bulaj, Tano D’Amico, Konstantina Kotzamani, Giulio Sangiorgio, Christos Massalas.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.