Le Rubriche di PiacenzaSera - Confindustria

Lapidei, il piacentino Claudio Bassanetti nuovo presidente nazionale di Anepla

Il piacentino Claudio Bassanetti, amministratore del gruppo Bassanetti e vice presidente di Confindustria Piacenza, è il nuovo presidente di Anepla (Associazione Nazionale Estrattori Lapidei ed Affini).

Bassanetti è stato eletto nel corso dell’assemblea annuale dell’associazione ospitata venerdì 25 settembre a Piacenza Expo. Anepla, nata a Parma nel 1962 tra le imprese che esercitano la coltivazione di cava per l’estrazione e produzione di ghiaia, sabbia e pietrisco per l’industria delle costruzioni e rappresenta dal 1972 il settore all’interno della Confindustria e attualmente ha sede a Milano.

Nel corso dell’incontro seguito all’elezione del nuovo presidente si è discusso di green economy in un settore che negli ultimi anni ha saputo rinnovarsi ed investire enormemente in tema ambientale puntando su innovazione e qualificazione dell’offerta di nuovi prodotti e rispetto per il territorio. L’Assemblea, molto partecipata ma con un rigido protocollo anti-covid, ha visto la presenza di numerosi relatori che hanno illustrato le innovazioni prodotte con particolare riferimento ai nuovi materiali, alle energie rinnovabili ed alle sinergie che hanno consentito di creare nel nostro Paese una filiera virtuosa ed in grado di competere in tecnologia con le migliori realtà europee.

Assemblea Anepla

Particolare rilevanza ha assunto la tavola rotonda con l’autorevole presenza degli assessori Raffaele Cattaneo (Regione Lombardia) e Andrea Tronzano (Regione Piemonte) i quali hanno ribadito la centralità dell’attività estrattiva nelle proprie regioni di competenza. Una presenza fondamentale in una filiera che genera un valore aggiunto molto consistente. Al termine, la ministra Paola De Micheli ha portato la visione del governo su questo settore, sottolineando la grande entità di investimenti pubblici portata a compimento negli ultimi mesi. A ciò si aggiunge lo sblocco di alcune opere ed il superbonus che dovrà apportare beneficio a tutta la filiera. A Piacenza, il settore rappresenta un’eccellenza assoluta e le sue aziende grazie ad investimenti cospicui hanno saputo costruire un know how che ha permesso di esportare i propri prodotti ad alto valore aggiunto anche  ben fuori dai confini provinciali.

“Oggi il settore delle attività estrattive è molto più avanzato di altri comparti industriali in termini di compatibilità ambientale. Mi ha colpito quanto questa assemblea si sia dedicata ad approfondire questo tema – ha detto il ministro De Micheli -. Siete pertanto una categoria imprenditoriale che può ricoprire il ruolo di autorevole interlocutore delle amministrazioni e degli enti locali sul fronte delle norme e delle autorizzazioni. L’ambiente è anche un elemento dell’innovazione industriale che ha caratterizzato l’evoluzione del settore. Il nostro Ministero ha un piano di investimenti sulle infrastrutture da 200 miliardi in 15 anni, e già coperti ci sono progetti per 130. Il criterio fondamentale per la definizione dei singoli progetti del piano è stato quello del miglioramento della qualità della vita della persone. Un piano che abbiamo definito Italia Veloce e che avevamo predisposto già prima dell’emergenza Covid. Lo abbiamo rivisto alla luce degli effetti dell’epidemia e dopo la svolta storica compiuta dall’Europa con il recovery fund e la scelta di finanziare debito comune creando per il nostro Paese una grande opportunità che non possiamo sprecare. Questa è la sfida delle sfide che non possiamo fallire”.

Particolarmente soddisfatto il neopresidente Claudio Bassanetti: “Sono molto orgoglioso perché sono il primo presidente emiliano nella storia di Anepla. La presenza di autorità, ministro ed assessori regionali testimonia l’attenzione che il settore sta rivestendo soprattutto con riguardo alla sua capacità di evolvere ed innovare. I temi ambientali sono e saranno al centro del mio mandato, con importanti dialoghi aperti in tal senso, a cominciare dal WWF nazionale con il quale si sta lavorando per stringere un protocollo di intenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.