“Sono stato inviato come pellegrino e qui ho trovato la mia casa” foto

Gianni Ambrosio saluta Piacenza. Dopo l’ordinazione episcopale del nuovo vescovo di Piacenza Adriano Cevolotto, svoltasi sabato 26 settembre a Treviso, nel pomeriggio di domenica 27 settembre con una messa in Cattedrale, Ambrosio – vescovo dal 2008 al 2020 – ha preso congedo dal proprio ruolo alla guida della diocesi.

LA DIRETTA

Una cerimonia ad ingresso limitato, per rispettare le normative anti-covid, con un massimo di 500 persone attese in Cattedrale, tra fedeli, autorità, seminaristi e religiosi.

Il saluto a Gianni Ambrosio in Cattedrale

Durante l’omelia il vescovo Gianni ha voluto tributare una serie di ringraziamenti ai piacentini, tuttavia senza citare nessuno in particolare: “Grazie di cuore, sono stato inviato come pellegrino e qui ho trovato la mia casa. Esprimo la mia gratitudine a tutti, ai sindaci, alle autorità, ai volontari, agli anziani, ai malati e ai giovani e anche ai carcerati. Questa comunità ha reagito con dedizione verso le persone nel periodo di pandemia, è un’esperienza da non dimenticare. E poi il ringraziamento ai religiosi che operano per il bene comune. La mia riconoscenza va poi a chi più da vicino ha collaborato con me con sacrificio in questi anni. Assicuro a tutti la mia preghiera e la mia benedizione. Vi chiedo di pregare per me perchè in questo ultimo tratto del mio pellegrinaggio possa servire il Signore. Accogliamo il nuovo vescovo Adriano nel nome del Signore”.

congedo Ambrosio

Ad animare la celebrazione il coro della Cattedrale diretto dal maestro Simone Fermi; all’organo, Federico Perotti. Mons. Ambrosio ha utilizzato nella celebrazione il pastorale argenteo donato dalla Diocesi all’inizio del suo ministero episcopale indossando la croce pettorale in argento realizzata sulla forma dell’antico crocifisso della basilica di San Savino, anch’essa donatagli dalla Diocesi in occasione del decimo anniversario del suo episcopato.

congedo Ambrosio

Il RINGRAZIAMENTO DEL SINDACO BARBIERI: “LE VOGLIAMO BENE” – Al termine, dopo la comunione, il professor Pier Paolo Triani ha rivolto un saluto di ringraziamento al Vescovo a nome di tutta la Diocesi. Anche il Sindaco di Piacenza e Presidente della Provincia Patrizia Barbieri ha letto un saluto a nome di tutta la cittadinanza che si è concluso con una frase fuori dal protocollo: “Le vogliamo bene”. Un saluto è stato rivolto pubblicamente anche da parte del presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano Massimo Toscani. Come dono simbolico verrà consegnato al Vescovo un quadro con una riproduzione in argento della Cattedrale e del vicino Palazzo vescovile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.