L’ospedale di Piacenza si rinnova dopo il covid, giovedì la presentazione con l’assessore Donini

Riqualificazione a tempi record per l’ospedale di Piacenza, dopo la pandemia.

Nel blocco A del Polichirurgico (Ospedale di Piacenza) stanno prendendo forma i nuovi reparti di Pneumologia e Unità di Terapia intensiva respiratoria (Utir) e Medicina di Area critica, come previsto dal piano regionale per il potenziamento della rete ospedaliera per emergenza Covid 19 e riguarda un’area di 1350 metri quadri con 31 posti letto.

Il dettaglio presentato dal direttore generale Ausl Luca Baldino in occasione dell’audizione in consiglio comunale di Piacenza nei mesi scorsi

Relazione Baldino

La presentazione dell’intervento è in programma per giovedì 1 ottobre, alla presenza dell’assessore alle Politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna Raffaele Donini. “I lavori – fa sapere l’Ausl di Piacenza, in un post su Facebook -, la cui progettazione è stata curata dall’Ufficio Tecnico aziendale, sono iniziati nel maggio scorso e sono stati fatti a tempo di record. Normalmente un’opera del genere, considerando la superficie, i costi e l’alta tecnologia, avrebbe comportato almeno un anno di cantiere”.

“La progettazione ha posto particolare attenzione alla umanizzazione degli spazi: sono stati creati ambienti più caldi e familiari, senza rinunciare alle prestazioni tipiche degli stessi in ambito ospedaliero (pulizia, lavabilità, e sanificazione)”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.