Miss Monnalisa nel mondo, sabato 5 settembre la finale

Saranno il biellese Andrea Guasco e la triestina Alba de Simone a presentare sabato prossimo 5 settembre la finale nazionale di ‘Miss Monnalisa nel mondo’.

Grazie all’impegno di patron Cesare Morgantini e all’aiuto del comune in Alta val Tidone, sulle colline sopra Piacenza, saranno 25 le ragazze finaliste che scenderanno la fiabesca scalinata del castello per giungere di fronte alla giuria nell’ultimo atto di ‘Miss Monnalisa nel Mondo” 2020. Un anno particolare e travagliato, ma che comunque, con una decina di selezioni in tutta Italia, ha visto lungo lo Stivale, dal Veneto alla Sicilia, dal Piemonte all’Emilia Romagna, attraverso la Lombardia, circa 200 uscite di ragazze a sfilare in casual, abito da sera e costume da bagno davanti alle giurie con personaggi del mondo dello spettacolo e della moda.

Nella serata di sabato 5 settembre si accenderanno le luci sul gran galà al castello di Seminò, in una serata secondo il protocollo di sicurezza ‘Monnalisa’ che vedrà le ragazze sfilare con le coreografie di Valerio Rossetti. Anche l’accesso al castello e alla cena di finale sarà limitato e concesso solo su prenotazione (al numero 334 756 6306) e prevede che il pubblico possa sedersi al tavolo, dove sarà servita la cena dopo l’accesso con controllo della temperatura e consegna di un calice per la degustazione dei vini locali, per gustarsi cibo e spettacolo senza mascherina, ma che, qualora si alzasse dal tavolo, usi la mascherina d’obbligo dalle 18:00.

Dalle 19 cena del catering e degustazione dei vini del territorio, accompagnati dai salumi piacentini e musica d’accompagnamento del candelese Graziano Delfrate, dello staff di lavoro del conduttore Andrea Guasco. Ecco quindi assaggi di coppa pancetta e salame piacentini (a D.O.P. ,la Denominazione d’Origine Protetta) del salumificio locale,il San Carlo, proprio di Ziano Piacentino, con i vini anch’essi della zona: Gutturnio frizzante e Gutturnio Superiore, Ortrugo frizzante, Malvasia frizzante, Bonarda frizzante e altri vini come Chardonnay spumante e bianchi fermi. Ad oggi i produttori partecipanti sono: Badenchini, Mossi 1558, Valla Davide, Civardi , Molinelli Vini, San Lorenzo, Tenuta Ferraia, Marasi , Aradelli, Fratelli Piacentini…

Nella cornice del castello alle 21 partirà la musica, si accenderanno i riflettori e le finaliste sfileranno davanti alla giuria presieduta dal “cronista della gastronomia” Edoardo Raspelli, che lo scorso anno ha affiancato alla fascia di ‘Miss Monnalisa’ la sue personale ‘Miss Senza Trucco’, che vuole individuare tra le partecipanti la bellezza meno artefatta dal trucco e dal make up e che anche nel 2020 incoronerà la bellezza più naturale. Nel 2019 nella finale di Salsomaggiore la prima Miss Senza Trucco è stata proclamata Francesca Buonaccorso, 19 anni il 24 settembre, studentessa al Turistico di Arona (Novara), modella e fotomodella sin dall’infanzia. Nella selezione di Nibbiano la vincitrice della fascia personale di Raspelli è stata Emiliana D’Introno, bellezza di 24 anni dal sangue italo-venezuelano premiata per la sua spontaneità.

La serata avrà inserimento televisivo grazie alle riprese della regia di Andrea Battagin, anch’egli biellese dello staff di Guasco e vedrà un ricco passaggio di ospiti del mondo del cabaret e dello spettacolo con Beppe Altissimi, Jacque Avella e ‘Il ragionier Lodetti’. Oltre alla collaborazione dell’amministrazione comunale di Ziano, Miss Monnalisa nel Mondo ha avuto l’apporto di varie importanti realtà economiche di vari settori: Pompea (per i costumi delle finaliste), Noè Creazioni & Gioielli (di Galliate, Novara ) con la corona della vincitrice, NeRo Wines (di Abbiategrasso). Alla vincitrice andrà anche un abito elegante fatto su misura ed offerto dagli stilisti pavesi Farace&Pasotti. Il celebre fotografo veneziano Amerigo Vianello regalerà due servizi fotografici alla vincitrice ed a Miss Senza Trucco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.