“Nel piacentino eccellenze turistiche, culturali e produttive uniche al mondo” foto

Più informazioni su

Bologna – Un dipinto di Botticelli, un quadro di Klimt, il polo logistico Le Mose che diventerà un futuro hub ferroviario e quello di Castel San Giovani, il borgo medievale di Bobbio.

Il territorio piacentino, con le sue unicità e le sue strategicità infrastrutturali e turistiche, è stato al centro della visita dell’assessore regionale al Turismo e Infrastrutture, Andrea Corsini. Prima tappa il sopralluogo al Polo logistico di Piacenza, Le Mose – un’area situata a circa 2 km dal casello autostradale di Piacenza Sud lungo la A1 ‘Milano-Napoli’, collocata  in posizione strategica e baricentrica rispetto agli insediamenti urbani di Milano, Genova, Verona e Bologna – occasione per un confronto con la sindaca di Piacenza, Patrizia Barbieri,  per lo sviluppo di un nuovo piano del ferro a Le Mose, appunto, un hub ferroviario in collaborazione con Rfi.

Dalle infrastrutture al turismo culturale. Sempre accompagnato dalla sindaca Barbieri e dagli assessori all’Ubanistica, Erika Opizzi e alla Cultura, Jonathan Papamarenghi, la visita è poi proseguita ai musei civici di Palazzo Farnese, una pinacoteca di opere che spaziano dal XIV al XIX secolo, tra cui c’è anche il famoso dipinto ‘Madonna adorante il Bambino con San Giovannino’, di Botticelli. Sviluppo e valorizzazione del turismo culturale al centro anche della visita alla Galleria d’arte moderna Ricci Oddi, ex galleria privata donata al Comune di Piacenza, e caratterizzata da una collezione che contiene ‘Ritratto di Signora’ di Gustav Klimt, dipinto sparito nel 1996 e ritrovato di recente durante alcuni lavori nel giardino della galleria, che presto tornerà a essere esposto al pubblico.

Di nuovo infrastrutture a Castel San Giovanni dove, assieme alla sindaca, Lucia Fontana, l’assessore Corsini ha fatto visita al polo logistico che ospita il magazzino di Amazon, il primo in Emilia-Romagna, e di Moncler, il centro dove confluisce tutta la produzione mondiale dell’azienda, poi sottoposta al controllo qualità.

“Due giorni molto interessanti e proficui per toccare con mano alcune delle eccellenze infrastrutturali e turistiche del nostro territorio – spiega l’assessore Corsini -. Al centro di tutto c’è la parola attrattività, perché il piacentino è un territorio attraente per le imprese che qui investono e crescono, e per i turisti che possono trovare piccoli capolavori architettonici e artistici. Piacenza è un gioiello di arte e storia, un patrimonio culturale da valorizzare rafforzando le azioni di promo-commercializzazione, affinché diventi sempre più un richiamo per il turismo nazionale e internazionale”.

“Ringrazio l’assessore Corsini per la visita – afferma la sindaca Barbieri – che è stata l’occasione per mostrargli le tante potenzialità che Piacenza ha e può sviluppare e su cui stiamo intensamente lavorando anche nell’ottica di stringere sempre migliori sinergie con la Regione. A partire dai trasporti e dalla concretizzazione del Polo del Ferro, che è una partita strategica per lo sviluppo economico dell’intera area, passando per la cultura e la promozione del patrimonio storico e artistico – da Palazzo Farnese alla Galleria Ricci Oddi, che abbiamo visitato, senza dimenticare tutte le altre eccellenze della nostra città – anche in ottica turistica”.

Ultima tappa a Bobbio, il centro più importante della Val Trebbia, in prossimità del confine con Lombardia, Piemonte e Liguria dove, Corsini assieme al sindaco, Roberto Pasquali, ha ammirato le strette viuzze, le case in sasso, i palazzetti signorili e i suggestivi paesaggi naturalistici della vallata, che lo rendono uno dei borghi tra i più belli d’Italia. /ER

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.