“Nidi, sport, trasporti, scuola: dalla Regione un aiuto alle famiglie”

«Grazie ai fondi stanziati dalla Regione le famiglie piacentine potranno avere un aiuto concreto in questo complicato periodo di ripartenza post-covid».

E sono svariati i settori di intervento, come spiega la consigliera regionale Katia Tarasconi del Pd: asili nido, sport giovanili, trasporti, scuola, «e tutti coinvolgono direttamente le famiglie, così martoriate sotto tutti i punti di vista durante il lockdown e appena dopo».  Grazie al piano “Al Nido con la Regione” e ai 390mila euro stanziati su Piacenza, «il Comune – dice la consigliera regionale – è in grado di azzerare le rette per le famiglie più bisognose e di ridurle al 45% per chi ha dichiarazioni Isee non superiori a 26mila euro. Un modo per consentire l’accesso a servizi fondamentali anche per chi è più in difficoltà».

Sempre grazie alla Regione Emilia-Romagna e a un importante stanziamento destinato alle attività sportive, ogni famiglia piacentina potrà beneficiare di voucher che vanno dai 150 euro per le famiglie con due figli ai 250 euro per le famiglie con tre figli e potranno essere spesi per attività sportive, campionati e corsi che si svolgeranno da questo settembre fino al prossimo agosto; e un ulteriore aiuto di 150 euro andrà ad ogni famiglia con più di tre figli. «Tutto questo – aggiunge Tarasconi – per favorire lo sport delle ragazze e dei ragazzi di Piacenza, bloccati in casa per mesi senza la possibilità di muoversi, di fare attività, ma anche per dare una mano ad associazioni e società sportive messe in ginocchio dalle limitazioni imposte per contenere il coronavirus».

In tema trasporti, particolarmente sentito in questa fase di avvio del nuovo anno scolastico con tutte le incertezze legate al periodo, la Regione ha stanziato circa 330mila euro per il nuovo abbonamento “Grande – crescere viaggiando per l’Emilia-Romagna” che consente ai giovani nati tra il 2007 e il 2014 di muoversi gratis con il trasporto pubblico sulle tratte casa-scuola anche nel tempo libero. L’abbonamento è attivo dal 1° settembre e sarà valido fino al 31 agosto, ovvero a scuole già chiuse.

E sempre con riferimento alla scuola, la Regione ha stanziato fondi «per ridurre il rischio di abbandono scolastico e per sostenere gli studenti in difficoltà economica, soprattutto in questo periodo, con borse di studio e contributi per l’acquisto dei libri di testo». E’ ancora possibile fare domanda online, entro il 16 settembre, per gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado e per chi frequenta percorsi di istruzione e formazione professionale presso enti accreditati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.