Quantcast

Piacenza Baseball vuole rialzare la testa: trasferta sul campo della “cenerentola” Ares

Più informazioni su

Ultimo confronto lontano da casa per il Piacenza Baseball, che domenica fa visita all’Ares Milano, ultimo in classifica.

Esame sulla carta tutt’altro che preoccupante che serve su un piatto d’argento alla squadra di Agosti l’opportunità di rifocillare una classifica che da qui alla fine potrebbe anche farsi interessante. Tuttavia la vetta della classifica appare lontana, e troppo dipende dai verdetti degli altri campi. Domenica, in tal senso, c’è un Fossano-Milano che più spareggio di così non potrebbe essere e solo in caso di pareggio terrebbe teoricamente in corsa il Piacenza, nel caso espugnasse il diamante dell’Ares.

Ma a restare in una botte di ferro sarebbe comunque Milano che nell’ultimo turno andrà sul velluto nel derby con l’Ares. Al Piacenza, ragionando in modo più realistico, rimane la chance di un secondo posto da giocarsi magari con Codogno nel derby in programma al De Benedetti il 4 ottobre. Un piazzamento ininfluente ai fini della promozione in A2, ma che ugualmente assumerebbe un significato importante, specialmente alla luce di quello che è stato il pessimo inizio di stagione dei biancorossi che in seguito hanno saputo risollevarsi brillantemente.

Meglio comunque non distrarsi troppo in previsioni che rischierebbero clamorose smentite ma piuttosto concentrarsi sul confronto con un Ares che avrà sì vinto una sola volta su dodici, ma spesso ha compromesso tutto negli ultimi inning dopo essere rimasto a lungo in partita. Il collettivo non è di qualità eccelsa ma qualche individualità di spicco c’è, come ad esempio l’interbase Zamora, capace di una media attacco di 541, l’ex Manuel Perez, che vanta una tutt’altro che disprezzabile media battuta di 300, o ancora il lanciatore Zeno Bedini che con una pgl di 1.98 è il migliore nel bull-pen lombardo.

Niente ansie, quindi, ma molta attenzione al cospetto una squadra che non ha niente da perdere e, in fondo, un qualcosa in più di quanto non dica la classifica lo possiede. I due incontri, sul diamante del Centro Sportivo Saini, inizieranno come consuetudine alle ore 11 gara1 ed alle ore 15,30 gara2 e saranno arbitrate dalla coppia De Vuono- Crescenzi.

LE PARTITE: Fossano-Milano 1946 e Ares Milano-Piacenza. Riposa il Codogno.

CLASSIFICA: Fossano 693 (13-9-4), Milano 667 (12-8-4), Codogno 571 (14-8-6), Piacenza 455 (11-5-6), Ares 83 (12-1-11).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.