Quantcast

Round Table Piacenza compie 55 anni: la festa nell’ex chiesa di Sant’Agostino

Round Table 4 Piacenza, club service che riunisce giovani e professionisti sotto i 40 anni di tutta la provincia, ha festeggiato sabato 26 settembre il suo cinquantacinquesimo anniversario.

L’associazione, fondata a Piacenza il 29 maggio 1965, è uno dei club, detti “Tavole”, tra i più longevi e partecipati d’Italia con i suoi undici lustri di storia. L’evento, inizialmente previsto in primavera, ma che è stato rinviato, si è tenuto nella bellissima cornice della Ex Basilica di Sant’Agostino. A partire dalle ore 18, alla presenza del Presidente nazionale, di tutto il comitato nazionale della Round Table Italia e dei delegati e ospiti delle altre Tavole nazionali e internazionali, si è svolta la cerimonia di premiazione e ringraziamento degli ex Presidenti che hanno servito la Tavola in questi cinquantacinque anni.

Particolarmente significativa è stata la presenza del comitato nazionale dell’associazione, per la quale Piacenza rappresenta da sempre un importante bacino di risorse: negli anni si contano infatti ben quattro Presidenti Nazionali e numerosi soci che hanno ricoperto ruoli di rappresentanza nei vari comitati direttivi, come è stato negli ultimi due anni, con il socio Mauro Braghieri, che ha fatto parte del board nazionale nell’anno sociale 2019-20, e Leonardo Garilli nell’anno sociale in corso. L’ampia partecipazione e l’affetto mostrato dai partecipanti “Tablers”, “Ex Tablers” e ospiti ha dimostrato, a dispetto delle difficoltà del momento, quanto sia forte l’attaccamento verso questa associazione, che da sempre è parte attiva dell’associazionismo piacentino.

Nel loro susseguirsi sul palco gli ex Presidenti hanno avuto modo di ripercorrere la storia della Round Table e hanno potuto testimoniare le numerose attività al servizio del territorio piacentino realizzate nel tempo; ultimo in ordine cronologico Paolo Cravedi, Presidente per l’anno sociale in corso, ha presentato il service dell’anno corrente destinato al supporto del progetto “Prossima fermata” di Caritas Diocesana Piacenza-Bobbio. Il progetto è volto ad aiutare persone in situazione di svantaggio lavorativo ad inserirsi/reinserirsi nel mondo del lavoro accogliendole e formandole all’interno di una startup agricola ove possano imparare tecniche di coltivazione e lavorazione di prodotti orto frutticoli.

La serata è proseguita con la cena e, come per ogni compleanno che si rispetti, il classico taglio della torta a sancire il termine dell’evento, ma anche l’apertura di un anno sociale che, seppur condizionato dalle difficoltà, si prospetta ricco di grandi iniziative ed attività. (nota stampa)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.