Quantcast

“Sono un medico, amico di suo figlio”, ma l’anziana non ci casca e sventa la truffa

“Sono un medico, amico di suo figlio”, ma l’anziana non ci casca e sventa la truffa. Il tentativo di raggiro è andato in scena nella mattinata del 21 settembre, al quartiere Duemila di Piacenza.

La signora ha subito chiamato la pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Piacenza. La 78enne ha raccontato ai carabinieri di aver incontrato un uomo di circa 45 anni, con camicia e borsa a tracolla, il quale si era spacciato per un medico amico del figlio, per poi chiederle di entrare in casa. Una volta entrato, lo sconosciuto si è accorto che la donna non era sola, ma era presente anche il marito, invalido. Questa sua reazione ha subito messo in allarme la signora che ha tentato di chiamare il figlio, cosa che ha messo in fuga il malfattore.

I carabinieri intervenuti hanno tranquillizzato l’anziana, che, resasi conto del rischio corso, era molto agitata. I militari le hanno fatto presente di aver fatto bene a non fidarsi dello sconosciuto. “Purtroppo le limitazioni imposte dal virus e il lockdown dei mesi scorsi hanno fatto sospendere i nostri incontri rivolti alla popolazione anziana, attività mirata appunto a diffondere i corretti comportamenti da tenere – fa sapere il comando provinciale dell’Arma -: non bisogna mai far entrare estranei in casa propria qualsiasi possa essere la scusa e, nel dubbio, chiamare un proprio familiare o subito il 112 per farsi aiutare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.