“Tangenziale San Giorgio, gli impatti negativi superano di gran lunga quelli positivi”

Intervento di Riccardo Sparzagni, Consigliere Comunale FdI – Gruppo Consigliare “Uniti per Podenzano”

La Tangenziale San Polo – San Giorgio è tornata a far parlare di sé e questa volta, finalmente, a tener banco non sono i ritardi, ma il completamento dell’opera. In qualità di Consigliere di minoranza non ho potuto fare a meno di notare la soddisfazione espressa a mezzo stampa dall’Amministrazione Comunale di Podenzano per l’alleggerimento del traffico urbano di San Polo, ma l’impatto sulla comunità San Polese va ben oltre.

Già in fase di progettazione si conoscevano le conseguenze che l’opera avrebbe avuto sul piccolo commercio e sull’attività agricola, ma erano state ritenute accettabili a fronte di una viabilità più scorrevole e sicura. Chi in questi mesi ha percorso il tratto tra Crocetta e San Polo si è accorto che non è così. Una strada ad un’unica corsia, senza tratti rettilinei e piena di rotonde, che non garantisce una buona scorrevolezza e desta qualche perplessità anche in materia di sicurezza. L’ area è principalmente agricola ed è sufficiente incappare in un mezzo pesante per vedersi costretti a percorrere l’intera tangenziale a 50 Km/h. Non parliamo poi dei sottopassi strettissimi e del tracciato di Crocetta, frutto di una Variante chiesta dall’ allora Amministrazione Comunale.

Per quanto sia comprensibile il sospiro di sollievo per il completamento di un’opera dopo un iter di 22 anni, fatico a capire l’entusiasmo dell’Amministrazione per un intervento i cui impatti negativi e che il Comune ha contribuito a finanziare per un importo pari a 150.000 euro. Sui quotidiani sono usciti giudizi positivi, ma è doveroso sottolineare che sul territorio in tanti non la pensano così.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.