“Troppe famiglie senza reddito di emergenza, la Regione intervenga”

La Regione intervenga per sostenere le famiglie colpite dalla crisi da lockdown e che non sono riuscite ad avere il reddito di emergenza.

A chiederlo, in un’interrogazione, è il consigliere piacentino Giancarlo Tagliaferri (Fdi) che, numeri alla mano, ricorda come “i numeri sono tutt’altro che incoraggianti: più della metà degli italiani che hanno richiesto il reddito di emergenza si è vista recapitare un secco no. I dati arrivano dalla Direzione centrale inclusione sociale e invalidità civile dell’Inps e sono fermi al 20 agosto scorso, ultima rilevazione effettuata. Su 605.034 domande presentate, solo 281.149 risultano accolte (46,5%)”.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dall’esecutivo regionale “in quale modo pensa di supportare i tanti nuclei familiari emiliano romagnoli in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria, che non rientrano per i motivi sopra citati, nella concessione del reddito di emergenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.