Troppo Calvisano per i Lyons: al Beltrametti finisce 19-50. Ma si rivedono i tifosi

Più informazioni su

Nella giornata di sabato 26 settembre, sul campo del Beltrametti, i Sitav Rugby Lyons cadono per 50 a 19 in un test amichevole contro la Kawasaki Robot Calvisano.

Nonostante il risultato negativo, “la vittoria più importante della giornata – le parole soddisfatte della società piacentina  – è però vedere uno stadio affollato da circa 600 sostenitori, che dopo mesi di incertezza e astinenza hanno potuto riabbracciare la loro squadra. L’organizzazione della giornata è stata perfetta e il pubblico ha rispettato le semplice norme imposte dalla situazione, ed è stato ripagato da un buon spettacolo in campo, dove le due squadre hanno giocato a viso aperto e con un buon ritmo: da entrambe le parti c’era tanta voglia di giocare e di mettersi in mostra, e a prevalere, per quanto possa valere in una amichevole precampionato, è stato il Calvisano, facendo valere l’indubbia superiorità qualitativa e quantitativa della propria rosa, specialmente nel reparto di mischia”.

Tante cose su cui lavorare per i Lyons, che devono sistemare soprattutto le fasi statiche di mischia e touche, mentre ottime cose si sono viste dal reparto dei trequarti sia in attacco che in difesa.

LA PARTITA – Parte subito forte il Calvisano, che arriva facilmente in zona d’attacco e trova il varco giusto con l’estremo Van Zyl, che rompe un placcaggio e si invola in meta dai 40 metri. Alla ripresa del gioco sono i Lyons a riportarsi in avanti con un ottimo contrattacco, cercando così di mettere pressione alla difesa biancogiallonera, che però riesce a forzare il turnover. La formazione di Guidi si dimostra molto concreta e organizzata in attacco, e con poche fasi riesce a risalire il campo: raggruppamenti veloci e ritmo gestito bene dal regista Hugo, fino a quando è ancora Van Zyl a rompere definitivamente la linea difensiva bianconera proprio sotto i pali. Nei primi 20’ sono due mete per i bresciani, che si rivelano un osso duro per i Lyons sia per la durezza in difesa sia che per la velocità in attacco.

Il secondo quarto di gioco si parte subito forte per i Lyons: Paz suona la carica forzando un tenuto a terra, e sul pallone giocato velocemente da Fontana è Acosta che carica la difesa e varca la linea di meta di prepotenza. Una reazione che ci voleva da parte dei Lyons e fa bene soprattutto al morale. Purtroppo dopo pochi minuti un errore in rimessa laterale permette al Calvisano di portarsi nell’area dei 22 dei Lyons, che difendono bene per diversi minuti prima di concedere la meta a Brugnara che sfrutta il fisico e arriva a schiacciare alla base del palo. Sul successivo calcio di rinvio, Susio commette un’ingenuità e rimedia un cartellino giallo per placcaggio pericoloso, permettendo ai bianconeri di andare in attacco: splendida giocata in touche che permette a Boreri di arrivare quasi sulla linea di meta, varcata in un secondo momento da Fontana che accorcia così le distanze al 30’. Una volta ristabilita la parità numerica il Calvisano si riporta in avanti, e dopo qualche minuto di forcing e di dominanza in mischia chiusa gli ospiti sfondano la difesa con Casolari allo scadere del primo tempo.

Il secondo tempo si apre ancora in favore del Calvisano, con Trulla che con un guizzo intercetta un pallone mosso dai trequarti nella metà campo dei Lyons e arriva indisturbato in mezzo ai pali. Dopo pochi minuti è Joaquin Paz a ricambiare l’intercetto e la meta, mantenendo alto il morale dei suoi. Negli ultimi minuti le squadre danno aria alle panchine, mantenendo alta l’intensità di gioco e piacevole il ritmo della partita, anche se due buone occasioni, una per parte, vengono sciupate per imprecisioni nei passaggi. Al 69’ è di nuovo Calvisano a marcare, con Koffi a varcare la linea di meta su una maul avanzante ben costruita. In questi ultimi minuti i bianconeri fanno molta fatica a uscire dalla propria metà campo, anche per grosse difficoltà nelle fasi statiche, e arrivano così altre due mete per gli ospiti con Consoli e Izekor, che concretizzano la superiorità di Calvisano nel finale.

“Dopo mesi di inattività – il commento finale dei Lyons -, è tornato a Piacenza il rugby giocato, e lo ha fatto in grande stile, con una delle migliori squadre d’Italia all’opera. Sono scese in campo due squadre con obiettivi e preparazione diverse, ed entrambi gli staff tecnici hanno avuto indicazioni importanti per il prossimo futuro”. Sabato prossimo gli uomini di Garcia e Orlandi saranno impegnati nel secondo test precampionato, sul campo dell’ASD Rugby Milano per il Trofeo Capuzzoni.

Sitav Rugby Lyons v Kawasaki Robot Calvisano 19-50 (12-26)

Marcatori: p.t. 2’mt Van Zyl tr Hugo (0-7), 20’ mt Van Zyl tr Hugo (0-14), 21’ mt Acosta tr Paz (7-14), 25’ mt Brugnara tr Hugo (7-21), 28’ mt Fontana (12-21), mt Casolari (12-26)
s.t. 43’ mt Trulla tr Hugo (12-33), 51’ mt Paz tr Paz (19-33), mt Consoli (19-38), 76’ mt Consoli tr Hugo (19-45) , 78’ mt Izekor (19-50)

Sitav Rugby Lyons: Via G.; Biffi, Paz (cap), Conti, Boreri; Borzone, Fontana; Bottacci, Petillo, Cissè; Salvetti (vcap), Cemicetti; Salerno, Rollero, Acosta

Sono entrati: Canderle Fe, Cocchiaro, Cafaro, De Leo, Scarsini, Rapone, Canderle Fi, Tedeschi, Moretto, Bance, Via A., Cuminetti, Di Lucchio

All. Carlo Orlandi

Kawasaki Robot Calvisano: Van Zyl; Bronzini, De Santis, Panceyra Garrido (cap), Susio; Hugo, Consoli; Vunisa, Casolari, Maurizi; Zambonin, Van Vuren; Gavrilita, Luccardi, Brugnara

Sono entrati: Leso (vcap), Martani, Barducci, Antonini, Trulla, Michelini, Zanetti, Izekor, Ragusi, Koffi, Semenzato
All. Gianluca Guidi, Lorenzo Cittadini

Arb.: Andrea Piardi (Brescia)

Cartellini: 26’ cartellino giallo Marco Susio (Kawasaki Robot Calvisano)

Calciatori: Joaquin Paz 2/3 (Sitav Rugby Lyons), Schalk Hugo 5/8 (Kawasaki Robot Calvisano

Note: Giornata soleggiata e ventosa, temperatura mite, campo in perfette condizioni, spettatori 600 circa, partita giocata in 4 tempi da 20 minuti

Punti conquistati in classifica: Non assegnati

Player of the Match: Non assegnato

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.