Un diario per insegnare l’educazione civica, divertendosi: l’iniziativa Acer per 2.600 alunni di Piacenza

Più informazioni su

Sono stati presentati in sala Consiglio del Comune di Piacenza il diario di Acerino 2020-21 e la maglietta che saranno consegnati a 2.600 alunni di Piacenza e provincia il primo giorno di scuola delle primarie. Il diario, adatto ai bambini delle prime e seconde classi, è stato ideato dal presidente di Acer Piacenza Patrizio Losi e realizzato da Sabrina Coronella in collaborazione con la maestra Lucia Sperzagni.

“Il diario rientra nel campo delle iniziative di promozione dei comportamenti corretti da tenere, non solo a casa e a scuola, ma in tutti i momenti e le occasioni di partecipazione e di condivisione della vita sociale. Un progetto che sto portando avanti personalmente da diversi anni, quando ancora ero vicepresidente di Acer” sottolinea Losi. Protagonisti del diario – su cui gli scolari potranno partecipare colorando e risolvendo facili giochi di logica – sono i piccoli animaletti che vivono ad Aceropoli, città dove si rispettano le regole di convivenza e del buon vivere civile: Tino il postino, Vanessa la vigilessa, Battista l’autista, Diana la guardiana. Salvatore il calciatore, Barto il sarto, Tonino lo spazzino, Piera la giardiniera, Gaia l’operaia e Valentino il cuoco sopraffino.

Il cane Lara e Acerino il superinquilino condurranno gli scolari – in un crescendo di attività adeguate al loro grado di apprendimento in relazione al periodo scolastico – in un percorso divertente e coinvolgente in cui incontreranno tutte le situazioni potenzialmente “rischiose” per la convivenza civile. E, insieme, trovandone la soluzione, sempre garantita dalle regole di buona educazione. Nei mesi da dicembre a giugno, inoltre, il diario prevede 7 storie con una morale legata all’educazione, con testi realizzati dalla maestra Lucia Sperzagni. «Un gioco educativo per i bambini con la partecipazione degli adulti, sia delle maestre a scuola che della famiglia a casa. Un modo per apprendere le regole di buona educazione che, in molti casi, sono la soluzione ideale per prevenire incomprensioni e conflitti altrimenti difficili da ricomporre» concordano le autrici del diario.

Attenzione speciale per la protagonista “reale” del diario: la maestra a quattrozampe Lara, rigorosamente in primo piano accanto al primo cittadino Patrizia Barbieri. « Il Comune di Piacenza, mai come in questo periodo, è sensibile a quelle forme di educazione e al contempo di gioco che possono riportare i bambini al più presto ad una situazione ed una percezione di normalità, di una quotidianità non solo incentrata sui divieti e sulle restrizioni imposte – e oramai ben assimilate anche dai più piccoli – dall’emergenza sanitaria. Ringrazio Acer e i dirigenti scolastici che hanno risposto con partecipazione ad una iniziativa che per le scuole è rigorosamente gratuita».

Domenica Portoghese, preside della Scuola Pezzani è stata da sempre in prima fila nel sostenere il diario: «Stiamo studiando il modo di far tornare l’educazione civica sui banchi di scuola al pari delle altre materie, consci dell’importanza – mai come ora – di una coscienza non solo dei diritti ma anche dei doveri a partire dalle piccole generazioni». Il diario sarà distribuito nelle scuole insieme alla maglietta omaggiata dagli sponsor Bulla, LTP e Gas Sales, vicini ad Acer per dare un valore aggiunto all’iniziativa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.