Quantcast

“Anni di incuria” l’accusa dei sindaci e Castelli annuncia “Cerignale si costituirà parte civile”

“L’incuria di Ponte Lenzino è visibile dalle piante che crescono sulle pile del viadotto. Non è accettabile e spero che la magistratura faccia il suo corso e sono certo che la mia comunità si costituirà parte civile”.

Così interviene il sindaco di Cerignale Massimo Castelli, dopo il vertice in Prefettura a seguito del crollo del ponte. “Le parole del ministro ci hanno confortato, non ho elementi tecnici per giudicare i tempi. Sei mesi per un ponte provvisorio però sono tanti per la valle – afferma -. La perplessità che ho io sulla nomina del commissario è che sia un esponente dell’Anas, che è l’ente responsabile della mancata manutenzione di questa strada per tanti anni. E’ venuta meno la fiducia nell’Anas che non ha saputo ammodernare la strada e forse ci considerano di serie B, spero vivamente che la politica del Ministro superi questa situazione per la valle. Sono anni e anni che lamentava la pericolosità della strada nella parte alta, dove il manufatto è simile a Ponte Lenzino. Siamo a rischio di ulteriori cadute se non ci sono interventi rapidi, rischiamo che ci siano altri crolli”.

“Questo è il risultato di anni di incuria e di manutenzione fatta in un certo modo – commenta Mauro Guarnieri, sindaco di Corte Brugnatella -. Ho chiesto al Ministro e agli assessori che i tempi siano rispettati, ci dicono che servono 6 mesi e vogliamo che i 6 mesi siano rispettati. Vogliamo che i nostri cittadini abbiamo lo stesso diritto alla mobilità di quelli della pianura”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.