Quantcast

Cambio al vertice del Genio Pontieri: la cerimonia alla caserma Nicolai foto

Cambio al vertice del 2° Reggimento Genio Pontieri.

Alla caserma “Ten. Filippo Nicolai”, alla presenza del Comandante della Brigata Genio, Generale di Brigata Luigi Postiglione, la cerimonia di avvicendamento: al Colonnello Salvatore També, Comandante del reggimento dal 20 luglio 2017, è subentrato il parigrado Federico Collina. Il Colonnello Tambè lascia Piacenza per ricoprire un nuovo incarico di rilievo al Comando Genio dell’Esercito in Roma. Il subentrante, Colonnello Federico Collina, proveniente dal Comando Logistico dell’Esercito, ha servito in varie unità operative e ha maturato numerose esperienze in campo internazionale.

Nel triennio di comando del Colonnello Tambè, il 2° Reggimento Genio Pontieri è stato impegnato in molteplici attività operative, dall’operazione “Strade Sicure” nelle città di Roma, Napoli, Modena e Milano – dove il reggimento ha costituito il comando del Raggruppamento “Lombardia-Trentino Alto Adige” – al sostegno alle popolazioni colpite dal sisma del 2016 nell’Italia Centrale, contribuendo alle demolizioni degli edifici pericolanti e alla rimozione e al trasporto delle macerie, esprimendo poi capacità specialistiche con unità come quella inviata in Libano per l’operazione “Emergenza Cedri”, in seguito all’esplosione avvenuta nel porto di Beirut il 4 agosto scorso.

Durante la fase critica dell’emergenza Covid, in linea con gli interventi messi in atto dall’Esercito a livello nazionale, il 2° Pontieri ha fornito un supporto logistico-infrastrutturale a favore del Centro Ospedaliero Militare di Milano e ha partecipato all’allestimento dell’ospedale militare da campo a Piacenza, all’interno del Polo di Mantenimento Pesante Nord. I genieri piacentini sono intervenuti anche per effettuare attività di igienizzazione presso la Prefettura, la Questura, il Comando Provinciale dei Carabinieri e la Scuola Allievi Agenti di Polizia e in favore di alcune Amministrazioni Comunali nella provincia di Parma. “Tali attività – sottolinea l’Esercito – hanno contribuito a rinsaldare i rapporti, già ottimi, tra il reggimento e la comunità locale”.

Numerose, infine, le attività addestrative svolte. Tra le più importanti le esercitazioni “Smart Sapper” 2017 e 2018 a Piacenza, il “66° Raduno Fiamme Cremisi” nel 2018 a San Donà di Piave, le esercitazioni “Grow up” e “Argo” nel 2019, a Piacenza, e la recente “Argo 2020” svolta sul Mincio a Peschiera del Garda.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.