Quantcast

Dagnino (M5s): “Sulla Ricci Oddi il Comune doveva intervenire prima”

“Due anni fa, durante una commissione infuocata, presenti l’allora assessore Polledri e l’assessore Passoni, che non le avevano mandate a dire al presidente della Galleria Ricci Oddi Massimo Ferrari, avevamo detto che riguardo alla gestione della Ricci Oddi c’era un problema politico. Ovvero non c’era sintonia tra l’amministrazione e la galleria”.

Lo sottolinea in una nota il consigliere comunale del M5s Sergio Dagnino che interviene sulla vicenda dei dissidi tra Comune di Piacenza e dirigenza dell’ente culturale di via San Siro. “Sono passati 2 anni, circa 600mila euro dei piacentini sono stati destinati alla galleria (i lavori per quello che era stato evidenziato come il problema principale, ovvero l’impianto di climatizzazione, non sono ancora iniziati) e i risultati di questa incomunicabilità sono sotto gli occhi di tutti”.

“Non si poteva intervenire prima, senza lasciare al proprio posto una figura con cui non ci si parla, se non attraverso i giornali?
Amministrare per il bene della collettività contempla anche prendere decisioni quando è ora. In questa vicenda si é sbagliato quasi tutto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.