Quantcast

Filippo Cella nuovo presidente della Camera di Commercio “Sostegno al territorio, serve un altro anno prima dell’accorpamento” foto

Filippo Cella è il nuovo presidente della Camera di Commercio di Piacenza.

La decisione al termine di un consiglio camerale svoltosi nella mattinata del 5 ottobre. Cella, imprenditore edile di 52 anni, prende il posto di Alfredo Parietti, dimessosi lo scorso luglio. Queste le prime parole alla stampa del neo eletto. “Assumo questo incarico con grande responsabilità ed onore – ha sottolineato -. Il mio disegno e la mia volontà è di puntare su due canali principali: da un lato riportare centralità alle Camere di Commercio nei confronti di tutte le associazioni di categoria e di tutti i rappresentanti presenti in consiglio; dall’altro far nuovamente della Camera di Commercio la casa delle realtà economiche piacentine. Il tutto al fine di contrastare il periodo emergenziale che stiamo vivendo e favorire il rilancio, nell’ottica di un utilizzo delle risorse il più possibile condiviso, senza particolarismi, valorizzando il territorio a 360 gradi: parlo di arte, cultura, enogastronomia, turismo, aziende, industrie”.

Il mandato di Cella inizia però segnato dall’ombra dell’accorpamento della Camera di Commercio di Piacenza con quelle di Reggio e Parma. Il neo presidente, considerato il momento difficile, chiede tempo. “Tutti quei progetti che vorremmo attuare per Piacenza, ad oggi, non sappiamo con che tempi potremo farli – ha spiegato -. Purtroppo, infatti, incombe sulla testa un’abbastanza intempestivo e scellerato articolo 61 del decreto agosto, verso cui tutti gli esponenti politici territoriali si sono espressi contro. Abbiamo una settimana di attesa, dopo il 13 ottobre, con la conversione in legge del decreto, capiremo se potremo davvero essere funzionali al territorio o se ci perderemo in pratiche e burocrazia, magari delegittimati come ordine e con un commissario governativo”.

“Io non sono a prescindere pro o contro gli accorpamenti – ha incalzato -, un conto è però guidare questa transizione governando il percorso, con delle certezze; un altro è continuare a fare passi avanti e indietro, rendendo le camere di commercio incapaci di operare in termini di funzionamento degli organismi e di personale. La mia richiesta è quindi quella di garantire una piena funzionalità e legittimità degli organi camerali in questa fase di emergenza, e per almeno tutto il 2021. Ritengo scellerato, considerato anche che le camere di Parma e Reggio ad oggi sono decadute, porre la scadenza del 30 novembre per portare a termine l’iter di fusione, invece di farci operare un anno a sostegno del territorio”

“Invito – ha detto Cella – gli esponenti politici a non abbassare l’attenzione su questo tema, centrale per Piacenza”.

Le congratulazioni del sindaco e presidente della Provincia Patrizia Barbieri – “Un incarico prestigioso che rappresenta, innanzitutto, il riconoscimento all’impegno profuso in questi anni per dare voce alle istanze delle imprese: sono certa che Filippo Cella saprà onorare questo ruolo con la passione e la competenza che il nostro territorio ben conosce”. Così il sindaco e presidente della Provincia Patrizia Barbieri esprime, al neo presidente della Camera di Commercio di Piacenza, le congratulazioni di entrambe le Amministrazioni.

Un augurio di buon lavoro in cui si rimarca anche il ruolo fondamentale dell’ente “nel favorire il dialogo e la collaborazione tra le istituzioni: un mandato ancor più importante, oggi, a fronte dell’emergenza sanitaria e delle sfide che il nuovo assetto normativo pone per il territorio”. “Mi sembra doveroso – aggiunge Patrizia Barbieri – rivolgere nel contempo un ringraziamento ad Alfredo Parietti, per la dedizione, la disponibilità all’ascolto e al confronto costruttivo con cui ha retto la Camera di Commercio in questi anni, ponendo le basi per una continuità progettuale e una capacità di fare squadra che resta tuttora d’esempio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.