Quantcast

Il primo giorno del vescovo Cevolotto: uno zaino di montagna il regalo dei giovani fotogallery

In diretta la prima giornata piacentina del vescovo Adriano Cevolotto. Dalla mattina di domenica 11 ottobre con gli appuntamenti in alcuni luoghi della fede in città fino alla celebrazione ufficiale in Cattedrale del pomeriggio.

SEGUI LA DIRETTA DALLA TV WEB DELLA DIOCESI

Cevolotto arrivo al casello

LA DIRETTA – Il vescovo di Piacenza Adriano Cevolotto è arrivato in città. Alle 10 e 10 al casello di Piacenza Sud con qualche minuto di anticipo sul programma sotto la pioggia è stato accolto da vicario monsignor Luigi Chiesa. “Un saluto a tutti” le sue parole nel corso della diretta video della Diocesi Tv. A seguire tutte le tappe dell’ingresso del vescovo.

L’ARRIVO IN CITTA’

Alla parrocchia di San Lazzaro e al Seminario “Alberoni”: prima tappa del vescovo Adriano con il saluto alla “comunità parrocchiale e al luogo della formazione del clero”, a seguire c’è stato l’incontro con i seminaristi.

La tappa a Santa Maria di Campagna con la visita ai Frati Minori e l’omaggio alla Vergine. Ha preso la parola il cappellano dell’ospedale di Piacenza Don Andrea Fusetti che ha ricordato il servizio spirituale a fianco dei malati nella difficile stagione della pandemia. “Ci hai ricordato il legame che questa chiesa ha – ha ricordato il vescovo Adriano – con l’esperienza della malattia che non è ancora passata e ci sta segnando. L’ospedale ci richiama alla dimensione della nostra vita della fragilità e della debolezza che non possiamo mettere da parte”. “La dedizione degli operatori sanitari è stata preziosa in questi mesi e voglio ricordare chi non c’è più con la consolazione che può venire dalla presenza mariana in questo tempio”.

La visita al centro Caritas “Il Samaritano” e l’incontro con gli operatori e alcuni ospiti. Accolto dal direttore Mario Idda che ha spiegato al vescovo i servizi del centro: “Questa è una famiglia e un luogo di incontri, anche noi siamo stati colpiti dall’epidemia che ci ha costretto a riorganizzare la mensa e la distribuzione dei pasti”. A Cevolotto è stato regalato un grembiule con un patchwork di stoffa realizzato dalle suore carmelitane. “Un vescovo non può fare tutto e voi siete il prolungamento della mano e del cuore del vescovo e di tutta la comunità cristiana” – ha detto Cevolotto – e ci ricordate che tutti abbiamo bisogno, dobbiamo contare sulle persone che ci stanno accanto. Non vergognamoci di aver bisogno”.

La visita alla casa del clero “Cerati” e l’omaggio ai preti anziani.

In basilica di S. Antonino il saluto ai giovani. Nel saluto dei giovani è stato più volte fatto riferimento al motto adottato la vescovo “Prendi il largo”. A Cevolotto è stato regalato uno zaino di montagna in omaggio alla sua passione per le camminate e per la bicicletta. “Vi prometto che lo consumerò” – le sue parole.

La celebrazione eucaristica inizia in Cattedrale alle ore 16.30 e le modalità di partecipazione all’evento sono legate alle misure anti-contagio da Covid 19. Il nuovo Pastore arriva da Treviso alle ore 10 e 15 e sarà accolto al casello autostradale di Piacenza Sud dal vicario generale mons. Luigi Chiesa. Inizierà da qui un percorso in varie tappe che saranno riprese e trasmesse in diretta sul sito della Diocesi.

Questo il programma:

– alle 10.30, si fermerà nella chiesa parrocchiale cittadina di San Lazzaro accolto dai sacerdoti della Comunità pastorale, dal superiore del Collegio Alberoni padre Nicola Albanesi, dai seminaristi del Collegio e dall’assistente pastorale della sede piacentina dell’Università Cattolica don Luca Ferrari.

– alle ore 11 giungerà nella basilica cittadina di Santa Maria di Campagna per un momento di preghiera con l’affidamento del suo ministero a Maria. Sarà accolto, fra gli altri, dalla comunità dei Frati Minori Francescani con il loro superiore padre Secondo Ballati, dal cappellano dell’Ospedale don Andrea Fusetti, da don Pio Ferrari cappellano del Pensionato e Casa Protetta Vittorio Emanuele II.

– alle ore 11.30 raggiungerà il Centro Caritas “Il Samaritano” in via Giordani dove incontrerà il direttore diacono Mario Idda, gli operatori, i volontari e alcuni utenti dei servizi.

– alle ore 12 in tutta la Diocesi suoneranno le campane delle chiese in segno di festa.

– alle 12.30 giungerà alla Casa del Clero “Cerati” in via Torta 28, dove ad accoglierlo ci saranno il rettore mons. Giuseppe Formaleoni e il presidente don Giuseppe Basini. Nel refettorio della struttura pranzerà con i sacerdoti ospiti.

– alle ore 14.45 il vescovo Adriano raggiungerà la basilica di Sant’Antonino, patrono della città e della Diocesi dove sarà accolto dal parroco don Giuseppe Basini e dal Capitolo della basilica. All’interno, incontrerà e dialogherà con 72 giovani (il numero dei discepoli inviati in missione da Gesù nel racconto del Vangelo di Luca) in rappresentanza dei giovani dei sette vicariati della Diocesi. Mons. Adriano Cevolotto sosterà in preghiera dinanzi alle reliquie del santo martire presso l’altare della basilica. Questo momento è curato dal Servizio per la pastorale giovanile-vocazionale.

– alle 15.30 il Vescovo, accompagnato dal vicario generale mons. Luigi Chiesa, da altri sacerdoti e dai 72 giovani, si incamminerà a piedi verso piazza Duomo dove lo accoglierà il suono delle campane della Cattedrale. Sul sagrato avverrà l’incontro con l’Amministratore apostolico mons. Gianni Ambrosio e il Capitolo della Cattedrale. Qui il Sindaco di Piacenza avv. Patrizia Barbieri e il Prefetto di Piacenza dott.ssa Daniela Lupo rivolgeranno il loro saluto al nuovo Vescovo.

– Alle 16 prenderà il via la processione d’ingresso. Giunto sulla porta della Cattedrale il presidente del Capitolo mons. Francesco Cattatori presenterà alla venerazione del nuovo Vescovo il Crocifisso e gli porgerà l’aspersorio per l’aspersione dell’assemblea.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.