Lavori agli esterni della materna di Carpaneto “Scuola polmone della nuova socialità”

In questi giorni un piccolo cantiere è stato avviato nel cortile della scuola materna di Carpaneto (Piacenza).

Come spiega il primo cittadino Andrea Arfani, “l’impresa Carini di Gropparello sta eseguendo un nuovo accesso pedonale che collegherà il porticato della scuola con il cancello carrabile rivolto verso la scuola Primaria. Verrà realizzata una soletta in calcestruzzo nell’area a verde, delimitata da cordoli che amplierà la pavimentazione del portico sul lato ovest, rifinita con masselli autobloccanti, oltre a ripristinare il regolare funzionamento del cancello secondario sul cortile: in questo modo sarà possibile una migliore fruizione delle aree esterne e garantire la pulizia dell’intera area coperta. Le opere – specifica Arfani – si aggiungono a quelle già realizzate per la scuola primaria e per quella secondaria, per un importo parziale di € 6.000,00 circa”.

L’Assessore ai Lavori Pubblici Mario Pezza: “La Direzione scolastica aveva auspicato tra le misure anti-covid anche questa, inizialmente non presa in considerazione, che servirà a regolare meglio i flussi dei genitori in entrata e uscita: siamo molto contenti che i nostri uffici siano riusciti a predisporre in brevissimo tempo un progetto e inserirlo nel finanziamento PON ricevuto, così da sfruttare tutta la cifra di 28.000 € ricevuta. E’ stata inoltre fatta richiesta al MIUR per finanziare l’acquisto di nuove strutture modulari per la copertura delle aree limitrofe alle aule, speriamo di rientrare in graduatoria e di poterle installare per la prossima stagione primaverile. Dopo i primi giorni di scuola, abbiamo un riscontro positivo delle opere finora fatte. Da pochi giorni sono terminati alla Scuola secondaria di primo grado i primi lavori di adeguamento antincendio con la realizzazione di nuove uscite di sicurezza, le nuove lampade di emergenza, l’impianto di allarme e l’impianto antincendio. Ma l’attenzione alle scuole non finisce qui: l’Amministrazione ha dato mandato agli uffici di procedere da subito ad una valutazione delle aree esterne a verde della scuola primaria e a considerare la sostituzione di tutti i quadri elettrici della Scuola secondaria di primo grado. L’intenzione è quella di programmarli prima della fine dell’anno scolastico”.

“Si tratta – sottolinea l’amministrazione – della continuazione dell’attenzione nutrita verso le scuole, in questo inizio di anno scolastico assolutamente particolare. Abbiamo dovuto reinventare la fruizione degli spazi, e degli accessi, scoprendo nuovi punti dove i bambini potessero passare, per raggiungere in sicurezza le proprie aule. Le aree esterne rivestono ora un’importanza più che mai decisiva, ed è fondamentale la loro adeguata gestione. Per questo puntiamo a procurarci strutture mobili, per consentire di stare all’aria aperta il più possibile durante la prossima stagione, che si aggiungano a quelle già a disposizione. La scuola – lo vediamo ogni giorno di più – è il polmone della nuova socialità; allo stesso tempo, è l’ambito più delicato, per molte e diverse ragioni. Ciò a cui tendiamo è mettere a disposizione di questo tutto quanto necessario, per consentire il migliore svolgimento delle sue funzioni”.

FESTA ALL’ASILO NIDO – Una calda e giocosa festa di benvenuto – nel rispetto di tutti i protocolli anticovid – si è svolta martedì 13 ottobre presso il nido comunale “Le Birbe” di Carpaneto. Il momento di ritrovo, organizzato dalle coordinatrici pedagogiche Elisa e Valentina ed animato dalle educatrici Sara, Elena ed Antonella, ha visto la partecipazione di genitori e bambini iscritti al servizio, dell’Assessore alla Pubblica Istruzione Paola Campopiano e della responsabile del servizio socio-culturale Roberta Cristalli. L’ampio e ben strutturato giardino ha fatto da cornice all’incontro e, dopo un iniziale momento di lettura del libro “Si può dire senza voce” ed un successivo momento di riflessione collettiva, le educatrici hanno donato alle famiglie un vasetto all’interno del quale bambini avevano in precedenza collocato un piccolo seme che poi vedranno germogliare a casa propria. Ma la festa ha raggiunto il momento di massimo entusiasmo quando bambini e genitori hanno acceso e fatto volare nel cielo delle lanterne di carta: la magia e l’emozione dei bimbi era allo stato puro.

“Aver avuto la possibilità di partecipare ad una festa di inizio anno educativo – ha affermato l’Assessore -, vedere i nostri adorabili bambini così lieti ed emozionati ripaga tutti noi, amministratori, responsabili di servizio e gestori della cooperativa, per il duro lavoro svolto per consentire la riapertura nel rispetto delle norme imposte. In giorni in cui tutte le notizie sembrano essere cupe ed angoscianti, le risate dei bimbi, la serenità dei loro genitori ci hanno “isolato” in un mondo di fiabe e, se è vero che le candele, secondo una tradizione, son delle fate che raccolgono i desideri umani per condurli alla loro fata madre, ci auguriamo si avveri il desiderio di ritornare al più presto alla normalità”.

“I nostri piccoli – ha aggiunto – sono stati tra quelli che maggiormente hanno sofferto lo stravolgimento causato dallo stop alle attività scolastiche. Per loro la socialità, il contatto, il viso della maestra, sono fondamentali, e privarsene ha costituito un sacrificio grande. Senza dimenticare la difficoltà con cui si sono dovute confrontare le famiglie, chiamate dalla sera alla mattina a riorganizzare in toto la propria impostazione di vita e di lavoro. Adesso mettiamo un punto a quello che è stato, e iniziamo un nuovo periodo, con una lettera maiuscola nuova. Con le attenzioni, le cautele, le misure, che non possono mancare per tutelare la salute dei piccoli e del personale; ma soprattutto per ridare alle bambine e ai bambini la felicità di stare insieme, e crescere insieme. A loro, alle famiglie, ai gestori, da tutta l’Amministrazione l’augurio più grande di un nuovo sereno anno scolastico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.