Nuovi arredi all’asilo di Cadeo per rendere i locali più sicuri ma accoglienti

“La progettazione dei lavori di ampliamento di due aule didattiche è stata avviata ma abbiamo anche voluto investire tempestivamente sugli spazi già presenti per renderli ancora più accoglienti in questo tempo segnato dalle tante disposizioni anti Covid”.

Così il primo cittadino di Cadeo, Marco Bricconi presenta i nuovi arredi interni ed esterni della scuola dell’Infanzia ‘Barbattini’ di Roveleto. “Attenersi ai protocolli è doveroso – prosegue – ma altrettanto doveroso è far vivere con serenità ai piccoli le giornate all’asilo che ora trascorrono con modalità nuove e in piccoli gruppi. Per questo abbiamo destinato parte del contributo Covid ricevuto per la messa in sicurezza degli edifici scolastici per introdurre nuovi arredi funzionali alle misure anti-contagio”.

“Abbiamo introdotto arredi che hanno anche funzione pedagogica – prosegue la vicesindaca Marica Toma – nel salone centrale della scuola sono stati ricavati più spazi destinati ad accogliere i diversi gruppi attraverso l’introduzione di distanziatori a forma di onde che danno l’idea di essere immersi in un grande gioco”. Anche il dormitorio ha subito modifiche. “Ora grazie a delle tende abbiamo creato due nuovi spazi ricavati dall’area mensa in modo che l’area della nanna non sia un ambiente unico e quindi potenzialmente più a rischio contagio”. Anche il giardino esterno è stato protagonista di restyling: “Abbiamo collocato delle simpatiche staccionate divisorie che permettono ai gruppetti di bambini di vivere il più possibile attività all’aperto, proprio come le nuove linee guida raccomandano, meteo permettendo”, ricorda Toma.

“Siamo soddisfatti del servizio educativo offerto, reso possibile grazie al prezioso lavoro del corpo docenti dedicato ai piccoli in età prescolare – conclude Bricconi -. Ora siamo impegnati sul fronte della prima infanzia: la società Ad Personam, che guida il nido di Aemilia e che in questi anni ha prestato servizio sul nostro territorio, a gennaio 2021 chiuderà i suoi servizi. Siamo stati informati dei contatti presi da Ad Personam con un’altra realtà educativa privata, che pare interessata a rilevare l’attività. Questo passaggio di consegne andrebbe a minimizzare il disagio per le famiglie i cui figli sono attualmente iscritti al nido”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.