Ordinanza anti assembramenti, 70 multe. Colla “Cortocircuito tra amministrazione e polizia locale”

Sono state 70, in poco meno di mese (dal 6 al 30 agosto), le violazioni, accertate dalla polizia locale, all’ordinanza del sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri che vietava gli assembramenti su scalinate di chiese e muretti nel centro storico cittadino.

E’ lo stesso primo cittadino a comunicare il numero rispondendo ad una interrogazione presentata dal consigliere comunale Roberto Colla (Piacenza Oltre) che chiedeva informazioni in merito. “Delle 70 violazioni – fa sapere Barbieri – 28 sono state accertate in Piazza Duomo e 42 in Piazza Cavalli. Alcune violazioni sono state contestate dai diretti interessati con scritti difensivi ora al vaglio dell’Amministrazione per le valutazioni del caso”.

Per Colla, che ricorda la sanzione data ad una giovane mamma che mangiava, con la figlia di 7 anni, un gelato sugli scalini del Duomo, si è verificato un “cortocircuito tra l’Amministrazione e la Polizia Locale”: “Se all’inizio – afferma – sono state adottate rigidità e inflessibilità, con il passare del tempo, pur non avendo dati oggettivi, non ho più letto o sentito nulla su polemiche in merito ad eventuali sanzioni per l’inadempienza dell’ordinanza e ho visto con i miei occhi agenti che invitavano persone sedute sui gradini di palazzo Gotico ad alzarsi”.

“Desidererei capire le motivazioni del cortocircuito, nella speranza che questo non possa e non debba più verificarsi convinto che il dialogo e il confronto tra l’Amministrazione e il Corpo di Polizia Locale – che ringrazio – siano sempre più attivi e proficui. La mia speranza, inoltre – conclude -, è quella che l’Amministrazione abbia l’obiettivo di far rispettare il più possibile le norme previste all’interno del Regolamento di Polizia Urbana e per la convivenza civile in città, di cui oggi, più di prima, si avverte la necessità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.