Quantcast

Prima gioia per il Piacenza: Corbari e Gonzi stendono il Livorno (2-0)

Più informazioni su

Arriva contro il Livorno la prima gioia in campionato per il Piacenza. I biancorossi confermano i progressi visti domenica al cospetto del Pontedera e si impongono meritatamente grazie alle reti di Corbari e Gonzi al termine di una gara decisamente ben interpretata.

E dire che la vigilia è stata tutt’altro che tranquilla, con i quattro casi di positività all’interno della rosa che hanno stravolto il consueto programma di avvicinamento alla gara. Solo nel pomeriggio, con l’esito del nuovo giro di tamponi alla squadra, tutti fortunatamente negativi, è arrivato il via libera al match che i biancorossi hanno affrontato senza timore davanti al blasonato (seppur in difficoltà e giunto al Garilli in piena emergenza) avversario. In vantaggio dopo un ottimo primo tempo, la squadra di Manzo ha raddoppiato a inizio ripresa per poi contenere senza troppi patemi i tentativi degli ospiti di riaprire la partita.

LA PARTITA – Manzo conferma il 4-3-3 e sceglie in avanti Babbi insieme a Maio e Gonzi, mentre a centrocampo con Palma trovano spazio Corbari e Galazzi; dall’altra parte nel tridente del Livorno ci sono Braken, Mazzeo e Murilo. La rovesciata di Braken dopo 30 secondi potrebbe far presagire una serata di sofferenza, ma da quel momento sarà solo (o quasi) Piacenza. Gonzi al 6’ non sfrutta il cross di Maio dopo un pasticcio di Romboli e a porta vuota manda a lato di testa; passano tre minuti e ancora Gonzi, lanciato da Corbari, non riesce in pallonetto a superare l’estremo difensore dei toscani. I biancorossi sono padroni del campo: Maio controlla in area e tocca al centro per Palma, ma la conclusione a botta sicura del 10 biancorosso trova trova il riflesso di Romboli che respinge.

Il gol è nell’aria e arriva poco dopo. E’ Corbari a siglare la prima rete in campionato del Piacenza svettando di testa dopo la bella giocata sulla destra di Simonetti. La squadra di Manzo è in fiducia e poco dopo confeziona una splendida azione, con il tacco di Babbi che manda al tiro Gonzi: sulla respinta di Romboli arriva Maio che calcia sull’esterno della rete. Il Livorno non c’è e Vettorel fa da spettatore. Il tempo si chiude fra gli applausi dei tifosi del Garilli per un Piacenza meritatamente in vantaggio.

Brivido a inizio ripresa per il Piacenza, quando Vettorel rischia di lasciarsi sfuggire un innocuo traversone dalla destra bloccando in due tempi. E dopo sette minuti la squadra di Manzo raddoppia: Maio stoppa a centrocampo un rinvio di Vettorel, si gira e disegna un filtrante per Gonzi che a tu per tu con Romboli non sbaglia. Vettorel si fa perdonare l’incertezza precedente e vola a togliere dall’incrocio la punizione di Mazzeo, poi è Maio a sfiorare il palo con una bella conclusione a giro. I toscani nel finale provano a riaprire la gara, ma il Piacenza si difende con ordine senza andare in eccessivo affanno. Cambi da una parte e dall’altra, ma non succede più nulla fino al fischio finale, che libera la gioia in campo e sugli spalti.

Domenica alla trasferta complicata di Carrara si può guardare con ottimismo.

UNA PROVA CONFORTANTE – Il COMMENTO di Luigi Carini – Premessa. Dopo le vicende con relative polemiche e discussioni sulla mancata disputa di Juve-Napoli e dopo che tra i giocatori del Piacenza si sono riscontrati 4 casi di positività al Covid, per cui tutti i tesserati sono stati sottoposti a tamponi a più riprese – l’ultimo addirittura alle 6,30 del giorno della gara la cui disputa è stata incerta fino all’ultimo, in quanto da qualche parte (a tutt’ora non si sa chi abbia questa autorità) avrebbe potuto arrivare la sospensione – occorre fare chiarezza una volta per tutte se spetta all’organo sanitario o a quello sportivo decidere il calendario delle partite. Stando così le cose, riteniamo opportuno sospendere il campionato in quanto il caso di una o più positività, come, purtroppo, succederà sempre più spesso, non può pregiudicare l’effettuazione delle partite.

Venendo al calcio giocato finalmente possiamo celebrare la prima vittoria del nuovo Piacenza targato Manzo-Di Battista che, finalmente, ha raccolto ciò che ha seminato non solo con pieno merito, ma entusiasmando i numerosi tifosi della tribuna che hanno visto un calcio propositivo a tutto campo con belle ed a tratti spettacolari trame di schemi geometrici. Quello che ci convince in questa squadra è l’organizzazione di gioco per cui possono cambiare gli interpreti senza intaccare la funzionalità. Anche col Livorno, oltre al solito Villanova, mancavano D’Iglio e Pedone, ma la manovra non ne ha risentito. Alcune triangolazioni e la capacità di suggerire gioco in tutte le zone del campo sono elementi non consueti sui campi di serie C. 
In progresso anche la fase difensiva, che nulla o quasi ha concesso ad un Livorno certamente non trascendentale ma indubbiamente una buona squadra.


Se vogliamo appunti da muovere questi riguardano un certo calo d’intensità nell’ultima mezz’ora di gioco (ben giustificabile ed a risultato acquisito) e, talvolta, non puntuali aperture sugli esterni. Minuzie in una prova altamente confortante che non deve illudere, ma dare morale e convinzione:
 domenica a Carrara sarà davvero un bel banco di prova.


VIDEO – LE PAROLE DI MANZO A FINE GARA

PIACENZA – LIVORNO 2-0

(21′ Corbari, 52′ Gonzi)

Piacenza: Vettorel; Simonetti, Bruzzone, Battistini, Visconti; Galazzi (81′ Lamesta), Palma, Corbari; Gonzi (81′ Saputo), Maio (76′ Siani), Babbi (64′ Flores Heatley). All. Manzo

Livorno: Romboli; Morelli (62′ Pallecchi), Di Gennaro, Marie Sainte, Fremura (62′ Parisi); Haoudi, Agazzi, Porcino; Mazzeo, Braken (81′ Canessa), Murilo. All.: Dal Canto

Arbitro: Zucchetti di Foligno

LA CRONACA

Triplice fischio al Garilli: il Piacenza batte il Livorno 2-0 e ottiene i primi 3 punti del suo campionato

90′ – Tre minuti di recupero

85′ – Simonetti approfitta di una respinta della difesa e va al tiro dall’interno dell’area: diagonale a lato

81′ – Mazzeo trova in area Haoudi che non controlla e la palla scivola sul fondo. Nel Piacenza dentro Saputo per Gonzi e Lamesta per Galazzi, nel Livorno Canessa prende il posto di Braken

80′ – Gli ospiti sono stabilmente nella metà campo del Piacenza, che fatica a ripartire. Non si segnalano però occasioni

77′ – Altro cambio nel Piacenza, entra Siani per Maio

70′ – Il Livorno prova a riaprire la gara, il Piacenza si difende. Punizione da ottima posizione per Murilo, ma il suo tiro finisce contro la barriera

66′ – Ammonito Mazzeo per un intervento a centrocampo sul neoentrato Heatley

65′ – Cambio anche nel Piacenza: esce Babbi sostituito da Heatley

63′ – Doppio cambio nel Livorno: dentro Parisi e Pallecchi per Fremura e Morelli

58′ – Bella giocata di Maio che calcia a giro dall’interno dell’area, Romboli si allunga e sembra deviare in angolo, ma l’arbitro assegna la rimessa dal fondo

56′ – Bella punizione di Mazzeo dal limite, Vettorel risponde alla grande

52′ – Raddoppia il Piacenza: Maio lancia Gonzi in profondità, l’ultimo arrivato in casa Piacenza non sbaglia a tu per tu con Romboli: 2-0

48′ – Brivido Piacenza, con Vettorel che rischia di lasciarsi sfuggire il pallone su un lungo traversone dalla destra: il numero uno biancorosso rimedia

Via alla ripresa al Garilli: non ci sono cambi fra i 22 in campo

Fine primo tempo: si chiude senza recupero la prima frazione. Piacenza meritatamente in vantaggio grazie alla rete di Corbari. Applausi del pubblico del Garilli

45′ – Altra ripartenza del Piacenza, Maio apre per l’inserimento di Corbari che calcia male a lato

42′ – Ci prova Murilo da fuori area, il suo destro finisce abbondantemente a lato

40′ – In questa fase prova a farsi vedere in avanti il Livorno, ma senza creare pericoli dalle parti di Vettorel

30′ – Gonzi approfitta di una sponda di Babbi e va al tiro appena dentro l’area, ma perde l’equilibrio e la difesa del Livorno chiude

28′ – Primo giallo della gara: ammonito Murilo

26′ – Piacenza sfiora il raddoppio: bellissima azione dei biancorossi, il tacco di Babbi libera il tiro di Gonzi, Romboli non trattiene, arriva Maio ma calcia sull’esterno della rete

23′ – Prova a rispondere il Livorno, ma il colpo di testa di Mazzeo finisce a lato

21′ – Piacenza in vantaggio: cross dalla destra di Simonetti per l’incornata di Corbari che fredda Romboli. Rete meritata per quanto visto finora

Piacenza- Livorno

17′ – Ci prova ancora Braken in rovesciata, ma questa volta non colpisce il pallone su un traversone dalla sinistra

12′ – Piacenza ancora vicino al vantaggio. Bella giocata di Maio in area che serve Palma, ma la sua conclusione a botta sicura trova la risposta di Romboli. E’ la terza nitida occasione costruita dai biancorossi in avvio

9′ – Altra occasione Piacenza: Corbari trova in verticale ancora Gonzi, che prova a superare con un pallonetto Romboli fuori dai pali: l’estremo difensore non si fa sorprendere

6′ – Occasionissima Piacenza: Pasticcio di Romboli che si fa soffiare il pallone fuori area da Maio, cross al centro dove arriva Gonzi che a porta vuota di testa non inquadra lo specchio

1′ – Subito in avanti il Livorno: Morelli crossa dalla destra, bella rovesciata in area di Braken, palla fuori non di molto

Fischio d’inizio al Garilli, palla al Piacenza

Piacenza - Livorno

Formazioni

Piacenza: Vettorel, Bruzzone, Maio, Palma, Battistini, Corbari, Babbi, Galazzi, Gonzi, Visconti, Simonetti. A disposizione: Stucchi, Martimbianco, Renolfi, Miceli, Heatley, Losa, Saputo, Lamesta, Siani, Ghisleni, Casali. Allenatore: Manzo.

Livorno: Romboli, Marie Sainte, Di Gennaro, Braken, Murilo, Morelli, Haoudi, Porcino, Mazzeo, Agazzi, Fremura. A disposizione: Neri, Deverlan, Nunziatini, Parisi, Pallecchi, Canessa. Allenatore: Dal Canto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.