Spente luci e insegne, serve i clienti al buio dopo le 24. Barista sanzionato

Ad un esercente della Valdarda è costata cara l’ultima serata di lavoro, prima dell’adozione delle chiusure anticipate previste dal nuovo contestato Dpcm del Governo.

Un barista di Castellarquato (Piacenza) è stato sanzionato dai carabinieri perché, durante un controllo eseguito nella notte del 26 ottobre, non aveva chiuso la propria attività dopo le 24. I militari della stazione di Morfasso, destinata ai servizi aggiuntivi finalizzati ad assicurare la piena attuazione delle misure governative volte a contenere la diffusione del contagio epidemiologico, ha quindi elevato una sanzione che parte da 400 euro.

I carabinieri hanno infatti accertato che, all’una di notte, nonostante le insegne e le luci spente il bar era ancora a tutti gli effetti aperto, con il titolare ancora intento a servire – al buio – le consumazioni ai clienti. A partire da oggi, lo ricordiamo, entrerà pienamente in vigore il nuovo Dpcm del Governo: la chiusura dovrà avvenire, per bar e ristoranti, entro le 18 e non più entro le 24.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.