Quantcast

“Tempi rapidi per il ponte definitivo. La montagna non va dimenticata”

“La montagna non va dimenticata, occorre dare sollievo in tempi rapidi alla popolazione e alle attività dell’alta Valtrebbia”.

Il presidente della Provincia di Piacenza, Patrizia Barbieri – all’uscita dal vertice in prefettura con il ministro Paola De Micheli, i sindaci, Anas e gli assessori regionali Priolo e Corsini – lascia intendere che avrebbe preferito puntare alla realizzazione del ponte definitivo di Lenzino. “Come presidente della Provincia ho chiesto di contenere al massimo i tempi e se non fosse meglio prevedere da subito la realizzazione del ponte definitivo, con tempi molto contenuti, nell’arco in 6 – 8 mesi, per dare stabilità alla zona e, alla luce delle precisazioni arrivate (che danno priorità a un viadotto provvisorio, ndr) – dice il presidente Barbieri -, ho chiesto di sapere con precisione dove verranno realizzati il provvisorio e il definitivo, visto che quello attuale è sotto sequestro”.

“Per me l’importante – ribadisce Barbieri – è che venga trovata una soluzione per quella zona, che venga dato sollievo alla popolazione e alle aziende. Se va verso la soluzione del ponte provvisorio, va bene ma si provveda in tempi ancora più veloci di quelli prospettati. Mi piacerebbe che l’Alta Valtrebbia avesse il ponte definitivo in tempi rapidi, contenuti, per ridare una stabilità all’economia e e condivido il metodo proposto di incontrarsi con cadenze periodiche. L’importante è che la montagna non venga dimenticata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.