Bolzoni dona nuovo montacarichi al centro covid di San Polo. “Raddoppiata la capienza”

Continua la catena di solidarietà a Piacenza. Grazie alla generosità della ditta Bolzoni spa, che ha donato una piattaforma elevatrice per il centro covid di San Polo, sarà possibile raddoppiare la capienza della struttura, all’interno dell’area logistica della base di San Damiano. Come è noto, il centro è dedicato all’assistenza di chi – con sintomi o meno – non riesce ad attenersi all’isolamento domiciliare senza rischiare di contagiare altri familiari.

Nella mattinata del 27 novembre si è tenuto il taglio del nastro del nuovo montacarichi, che consentirà di rendere fruibile anche il primo piano della palazzina “Aquila”, raddoppiando i posti disponibili: da 24 a 48. “Grazie a questa piattaforma – spiega il sindaco di Podenzano, Alessandro Piva – si potranno distribuire i pasti nel rispetto delle normative anticontagio. I posti a disposizione passeranno così da “.

All’inaugurazione erano presenti, oltre a Piva, anche Roberto Scotti amministratore delegato della Bolzoni, il prefetto di Piacenza Daniela Lupo, il direttore generale dell’Ausl Luca Baldino, il generale Sergio Santamaria direttore del Polo di Mantenimento Pesante, il colonnello Francesco Rossi comandante della base di San Damiano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.