L’Emilia resta in zona ‘gialla’, Bonaccini “Rispettiamo tutti le regole, se non vogliamo nuove restrizioni”

Contrasto coronavirus, il ministro della Salute Roberto Speranza, secondo quanto riportano le agenzie di stampa, firmerà in serata un’ordinanza che, secondo i dati elaborati dalla cabina di regia – prevede il passaggio in zona arancione di 5 Regioni: Abruzzo, Basilicata. Liguria, Toscana e Umbria a partire da mercoledì 11 novembre.

L’Emilia Romagna, e quindi anche Piacenza, resta per il momento in zona ‘gialla’, a criticità moderata e con minori limitazioni, rispetto a quelli adottati dal Governo in altri territori, per limitare la diffusione del virus. Nelle aree “arancioni” (a criticità medio-alta) – lo ricordiamo  sono vietati gli spostamenti in entrata e uscita da una regione all’altra e da un comune all’altro, salvo comprovati motivi di lavoro, studio, salute o necessità, e viene stabilita la chiusura di bar e ristoranti sette e giorni su sette, che potranno però operare fino alle 22 per l’asporto e senza limitazioni per le consegne a domicilio. Didattica a distanza al 100% per le scuole superiori.

BONACCINI “RISPETTIAMO LE REGOLE” – “L’Emilia-Romagna resta in “zona gialla”. Mi rivolgo però a tutti i cittadini della nostra regione – scrive su Facebook il presidente Stefano Bonaccini -. Noi stiamo cercando di fare tutto il possibile, stressando al massimo la risposta sanitaria; il nostro personale sanitario sta facendo ogni sforzo possibile per assicurare a tutti una risposta, in condizioni sempre più difficili, con i pronto soccorso e i posti letto sempre più affollati”.

“Per uscirne però abbiamo bisogno dello sforzo e della responsabilità di tutti. Mi arrivano foto di luoghi in cui le persone non rispettano il distanziamento e altre in cui non si utilizzano correttamente le mascherine. Mi rivolgo a TUTTI: rispettiamo le regole, se non vogliamo altri ricoveri, altri lutti, altre restrizioni. Dipende da ciascuno di noi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.