Covid, a Piacenza meno spostamenti per acquisti e tempo libero. I dati di Google

Più informazioni su

Come cambiano gli spostamenti e lo stile di vita dei piacentini nelle settimane dell’emergenza Covid?

Qualche indicazione significativa arriva dai “Rapporti sugli spostamenti delle comunità durante COVID-19”, elaborati da Google: si tratta di dati, aggregati e anonimi, sotto forma di grafici e informazioni, che offrono un dettaglio nazionale, regionale e a livello delle singole province. Google ha cominciato la pubblicazione dei rapporti a inizio aprile, aggiornandoli con regolarità frequente. La data a cui si riferiscono le informazioni fa riferimento a 2-3 giorni prima della data di pubblicazione, che è il tempo necessario per generare i rapporti.

L’ultimo aggiornamento pubblicato (10 novembre) è relativo al 6 novembre, con i grafici che mostrano l’andamento dei vari indicatori a partire dal 25 settembre. Proprio il 6 novembre è entrato in vigore l’ultimo Dpcm varato dal Governo con la suddivisione delle regioni italiane in tre aree (gialle, arancioni e rosse), ciascuna con differenti limitazioni: nelle scorse ore 5 Regioni (Abruzzo, Basilicata. Liguria, Toscana e Umbria) sono passate in zona arancione, mentre l’Emilia Romagna rimane per ora “gialla”.

“I rapporti – spiega Google – si basano su dati aggregati e anonimizzati per mostrare come si sono modificati gli spostamenti nel tempo e sulle diverse aree geografiche, in relazione a una serie di luoghi riuniti in categorie generali come “negozi e attività ricreative”, “generi alimentari e farmacie”, “parchi”, “stazioni di trasporto pubblico”, “luoghi di lavoro” e “abitazioni”. Per proteggere la privacy delle persone, non verrà resa disponibile alcuna informazione personale identificabile – come la posizione di una persona, i contatti intercorsi o gli spostamenti”. La percentuale in primo piano rappresenta la variazione relativa al giorno più recente considerato; il riferimento è invece un valore mediano calcolato nel periodo di cinque settimane tra il 3 gennaio e il 6 febbraio 2020.

Per quanto riguarda la nostra provincia, i dati mostrano un calo del 25% – rispetto al periodo pre Covid – per quanto riguarda gli spostamenti per “retail e tempo libero”, categoria che comprende luoghi quali ristoranti, bar, centri commerciali, parchi a tema, musei, biblioteche e cinema, mentre calano del 22% gli spostamenti con il trasporto pubblico. Segno positivo invece per gli spostamenti per alimentari e farmacie (+3%) così come per la frequentazione di parchi (+15%).

Un dato, quello che riguarda la frequentazione di luoghi pubblici come bar e centri commerciali, che è in calo in tutta Italia, con una contrazione maggiore nelle quattro regioni “rosse”, dove questi spostamenti risultato più che dimezzati: Calabria (-57%), Lombardia (-64%), Piemonte (-61%) e Valle D’Aosta (-75%)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.