Quantcast

“Firmi qui, avrà un rimborso”, ma era una truffa. Due denunciati

“Firmi qui, avrà un rimborso”, ma era una truffa. A finire nei guai un ragazzo ventenne sudamericano e una ragazza ventiquattrenne di Alessandria, denunciati per tentata truffa dalla polizia di Piacenza.

I due nei giorni scorsi si sono presentati alla porta di un quarantenne piacentino, dicendo di essere agenti commerciali della compagnia di luce gas di cui era già cliente. “Se firma questi moduli – hanno detto – avrà diritto a un rimborso per le spese sostenute con le sue utenze”.  Il quarantenne però non c’è cascato e ha chiamato il 113. I due sono stati fermati ed identificati dalla squadra mobile.

I moduli presentati non avrebbero infatti dato diritto ad alcun rimborso, ma avrebbero fatto cambiare gestore all’insaputa del firmatario. Inoltre, i due erano in possesso di un vero e proprio vademecum, in cui vi era scritto “Come gestire le telefonate, come far credere di essere dipendenti della società in questione come presentarsi, che tipo di cose raccontare, come far capire meglio il contratto, come far firmare il nuovo contratto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.