In Italia aumentano gli aspiranti trader: ecco come diventare professionisti

Più informazioni su

Il lockdown ha reso il 2020 un anno davvero particolare, in cui il connubio tra l’aumento della volatilità sui mercati finanziari e la pandemia di Covid-19 ha portato al boom di aspiranti trader in Italia. Le principali piattaforme dei broker online hanno registrato una crescita considerevole di nuovi trader, con un forte incremento anche per quanto riguarda i volumi delle operazioni effettuate.

Ad ogni modo diventare un trader professionista non è semplice, soprattutto se non si segue il cammino giusto, puntando sulla formazione professionale e un approccio corretto al settore finanziario. Tuttavia è innegabile l’impatto dei trader indipendenti, le cui operazioni hanno raggiunto livelli notevoli in alcuni ambiti, tanto da preoccupare gli analisti professionisti i quali al giorno d’oggi devono fare i conti con questo fenomeno, difficile da prevedere e complesso da analizzare.

Le prestazioni anomale in Borsa sono aumentate in modo esponenziale nell’ultimo anno, un chiaro segnale del comportamento spesso irrazionale dei trader autonomi con meno esperienza, i quali in alcuni casi realizzano operazioni confuse o senza una logica definita. Al contrario, è essenziale investire con maggiore consapevolezza, per contenere il rischio e proteggere il proprio capitale, operando con orizzonti temporali di lungo termine e seguendo sempre una precisa strategia di trading.

Diventare un trader professionista: come iniziare nel modo giusto

Il primo passo per trasformarsi in un investitore competente consiste nel rivolgersi a dei professionisti, persone esperte che possono fornire i consigli giusti e aiutare ad evitare i classici errori commessi dai principianti. Oggi le opzioni a disposizione non mancano, infatti è possibile imparare a diventare un trader professionista grazie al supporto di analisti qualificati come i professionisti di SegnaliDiTrading, una piattaforma specializzata dove trovare guide, contenuti utili, corsi e tantissimi servizi per cominciare nel modo migliore questo cammino.

Ad esempio, uno sbaglio piuttosto comune è iniziare a investire senza alcuna preparazione tecnica, con il rischio di commettere errori fatali che possono compromettere il proprio futuro come trader. Al contrario, è essenziale studiare le basi del trading finanziario, prendendosi tutto il tempo necessario per apprendere almeno l’analisi tecnica e fondamentale, imparando a monitorare i mercati e interpretarne i segnali più significativi.

Allo stesso modo è indispensabile partire con un capitale adeguato, infatti sebbene alcune piattaforme pubblicizzano la possibilità di fare trading con appena 100 euro o poco più, è fondamentale avere una liquidità più elevata. Ciò consente di diversificare gli investimenti in modo ottimale, per ridurre il rischio e adottare strategie più efficaci, altrimenti diventa quasi impossibile strutturare bene il portafoglio per superare eventuali momenti difficili e seguire obiettivi di lungo termine.

Inoltre è necessario fare pratica con un conto demo, un ambiente simulato proposto di solito gratuitamente dai broker online. All’interno di un conto di trading virtuale si possono effettuare investimenti senza rischi, un sistema utile per migliorare le proprie capacità, imparare a gestire gli aspetti psicologi e apprendere ad usare gli strumenti di analisi. Una volta maturata la giusta esperienza è possibile passare a un conto reale, con il supporto della consapevolezza acquisita per operare in modo più efficace sui mercati finanziari.

Alcuni consigli utili per fare trading in modo consapevole

Quando si investe con il trading finanziario è essenziale impostare una strategia d’investimento di lungo periodo, da costruire in base ai propri obiettivi, al capitale a disposizione e alle competenze professionali possedute. Ad esempio, gli analisti esperti consigliano di operare soltanto in settori che si conoscono bene, in questo modo diventa più semplice prendere le scelte giuste, evitando invece di cominciare a fare trading in ambiti dove non si hanno capacità e competenze adeguate.

Un altro suggerimento utile riguarda la gestione del rischio, per la quale è fondamentale configurare sempre i parametri di stop loss, per liquidare la posizione automaticamente se la perdita supera dei valori prefissati. Questo approccio permette di calcolare i rischi e affrontarli con maggiore serenità, per non farsi guidare da eventuali perdite ma dominarle con la giusta tranquillità di un trader professionista. Inoltre non bisogna mai cambiare gli investimenti in corso, poiché quasi sempre si finisce con l’ottenere risultati peggiori rispetto alle prospettive iniziali.

Allo stesso tempo è indispensabile imparare ad aspettare il momento opportuno per investire, non lasciandosi prendere dalla voglia di operare in Borsa, in quanto se non sono presenti opportunità interessanti per la propria strategia non conviene agire. Un trader esperto è una persona che padroneggia l’analisi tecnica e fondamentale, sa gestire l’emotività ed è paziente. In più al giorno d’oggi deve saper usare le nuove tecnologiche, per semplificare e ottimizzare le proprie performance, senza dimenticarsi che si tratta di un percorso lungo che richiede diversi anni di studio e dedizione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.