“Non c’è più tempo, rimandare subito le elezioni del Consorzio di Bonifica”

Più informazioni su

Adiconsum, Associazione Proprietari Casa-Confedilizia, Assoutenti, Domusconsumatori, Edilconf Imprese (Sezione imprese edili di Confedilizia), Italia Nostra, Legambiente e Sindacato della Proprietà Fondiaria tornano con forza a chiedere il rinvio delle elezioni consortili, indette per il prossimo dicembre.

L’inasprimento delle misure di contenimento della pandemia in corso attualmente applicabili alla Regione Emilia-Romagna, con il suo passaggio da Zona Gialla a Zona Arancione, preclude definitivamente alle liste di candidati che volessero partecipare alle elezioni del prossimo dicembre di poter raccogliere le firme a sostegno, dei tanti cittadini che volessero farlo, necessarie per potersi candidare. L’impossibilità degli spostamenti tra diversi Comuni, se non per comprovati motivi di lavoro, salute e/o estrema necessità, impedisce per esempio a coloro che risiedono in provincia di recarsi a Piacenza per apporre la propria firma di sostegno oltre che ai potenziali candidati di poter incontrare gli stessi cittadini per illustrare compiutamente programma e propositi se eletti. Appare del tutto evidente che in queste condizioni l’esercizio del voto è viziato da un grave vulnus di mancanza di compiuta democrazia che non solo inficerebbe la regolarità del voto e del suo esito, ma darebbe corso ad un gravissimo pericoloso precedente di limitazione dei diritti elettivi dei cittadini minando alla base lo stesso concetto di democrazia. 

Ritorniamo pertanto a chiedere con forza, così come già più volte fatto, di rimandare le elezioni previste per il 13 e 14 dicembre, non solo per il ragionevole rischio che in tale data permangano stringenti limitazioni agli spostamenti dei cittadini che ne compromettano la loro volontà di recarsi alle urne, ma anche e soprattutto per l’impossibilità in questa fase di poter condurre una campagna elettorale degna di tale nome e una libera e democratica raccolta firme necessaria alla partecipazione delle liste alle elezioni. Rinviare le elezioni di qualche mese è un atto dovuto che consentirebbe di coniugare il rispetto delle necessarie misure di contenimento della pandemia in corso e l’esercizio democratico del diritto di voto di tutti i cittadini consorziati obbligati del Consorzio di bonifica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.