Nuovo singolo per i Kabirya “Ispirato a un giallo di Scerbanenco”

Più informazioni su

I Kabirya, formazione alternative-rock originaria di Piacenza, tornano con un nuovo singolo dopo il debutto dello scorso anno con ​Forse è migliore,​ primo brano pubblicato dal trio.

Il 2020 è stato un anno ambiguo e difficile, ma il gruppo, pur posticipando l’uscita del primo disco ufficiale alla primavera del 2021, non si è fermata a lungo e ha scelto di riorganizzarsi e di pubblicare nel mentre il nuovo brano con tanto di videoclip. Il singolo “N​ebbia e Piombo”​ è ispirato al celebre romanzo giallo ​I Milanesi ammazzano al sabato​ di Giorgio Scerbanenco e fu scritto in occasione di “Profondo Giallo”, festival letterario basato sulla cultura del romanzo giallo e noir, a cui la band ha partecipato in occasione della sua prima edizione a Piacenza nel 2018. Il pezzo parla della città di Milano, sia con uno sguardo agli Anni di Piombo, contesto storico in cui sono ambientate le vicende del romanzo, sia da un punto di vista rivolto alla metropoli odierna.

La nebbia è da sempre un simbolo della città, la avvolge per i mesi invernali e primaverili in una foschia costante, spezzata a tratti da un debole sole. È una Milano quasi catartica quella descritta da Scerbanenco, non troppo dissimile da quella di oggi, diventata una metropoli internazionale, che resta però un luogo ambiguo e freddo sotto vari aspetti. Il piombo rappresenta invece una duplice faccia del capoluogo lombardo: dagli anni 60 e 70, dove la criminalità e le bombe sconvolgevano la vita cittadina, al momento attuale, dove il traffico, i ritmi frenetici del lavoro e l’inquinamento rendono la metropoli una città sicuramente ricca di attività, ma difficile e talvolta pesante da affrontare ogni giorno, soprattutto per coloro che non riescono a superare lo scoglio dell’individualismo e restano emarginati, nell’indifferenza comune.

Il brano è stato scritto e prodotto in collaborazione con il chitarrista e leader dei Misfatto Gabriele Finotti, nonchè fondatore dell’etichetta indipendente Orzorock Music. Nebbia e Piombo venne registrato live in prima battuta al Teatro S.Matteo di Piacenza nel novembre 2018, in occasione del festival Profondo Giallo. Successivamente viene inciso e mixato con Riccardo Demarosi presso i Giardini Sonori di Piacenza. Farà parte, insieme al primo singolo Forse è migliore, del disco di debutto della band in uscita nel 2021. Il videoclip in versione lyric video è stato affidato a Michele Barbieri di School of San Rock, che ricorrendo all’animazione ha riassunto il tema del brano con immagini semplici e dirette, accentuando il valore del testo. Mentre il progetto grafico della copertina è stato affidato a Rebecca Sottosanti.

Kabirya – I Kabirya sono una formazione alternative rock che rappresenta il nuovo percorso nato nel 2019 dalle ceneri del gruppo Delates, band con quasi 5 anni di esperienze discografiche e live alle spalle. Il 12 aprile 2019 è stato pubblicato il primo singolo Forse è migliore, sia in versione fisica su CD, che in versione digitale su tutti i digital stores e le piattaforme streaming. Fra giugno e luglio 2019 il trio è stato impegnato in un mini tour nel Nord Italia, a promozione del singolo.  Nell’autunno 2019 la band entra in studio per completare le registrazione del primo album, attualmente ancora in lavorazione dopo lo stop imposto dalla pandemia di Coronavirus.  A novembre 2020 è prevista l’uscita di Nebbia e Piombo, nuovo singolo della band che anticipa l’album di debutto in uscita nel 2021.

Line up:
 Francesco Tosi – voce, chitarre, piano e synth; Gabriele Gnecchi – batteria e percussioni; Riccardo Silva – basso, cori.

Rilevanti le partecipazioni a:

– MEI di Faenza – con artisti come Lacuna Coil, Rezophonic, Zen Circus, Edoardo Bennato, La Municipal, Five To Ten

– Festa della Musica Europea di Brescia e Torino

– 
Orzorock Festival di Piacenza

– Archi’n Rock Festival di Acqui Terme (Alessandria) – in apertura ai Perturbazione

– Castelrock Festival di Finale Ligure (Savona)

– Tendenze Festival di Piacenza

– Antefestival di Novellara (Reggio Emilia) – con Bengi dei Ridillo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.