Parchi e vie dello shopping: in arrivo la nuova stretta in Emilia Romagna

Stefano Bonaccini sembra essersi convinto: pronte nuove misure restrittive per l’Emilia Romagna. La decisione arriva sulla base del report dell’Istituto superiore di sanità, che indica la nostra regione tra quelle entrate in scenario 4 a rischio moderato con alta probabilità di progressione.

Dopo l’annuncio su Facebook in cui il governatore ha dichiarato “Stiamo valutando di assumere nuove misure per evitare gli assembramenti che si continuano a vedere nelle città e non solo, basti pensare all’ultimo fine settimana” – e il confronto con i presidenti di Veneto e Friuli, Zaia e Fedriga (regioni in zona gialla, che analogamente stanno pensando ad un’ulteriore stretta) – l’ordinanza con le nuove disposizioni è attesa per la giornata di oggi, mercoledì 11 novembre. Nel mirino – riferisce il quotidiano Repubblica – parchi commerciali, vie dello shopping e mercatini, anche a partire dalle varie criticità segnalate dai sindaci. Allo studio inoltre misure sulla mobilità. In città scende in campo anche la Prefettura e domani si discuterà se chiudere piazze o contingentare gli ingressi nelle vie del centro.

Sempre su Facebook, nel suo ultimo post, Bonaccini ha scritto che comunque “L’Emilia Romagna resta in zona gialla” aggiungendo però che “stiamo cercando di fare tutto il possibile, stressando al massimo la risposta sanitaria; il nostro personale sanitario sta facendo ogni sforzo possibile per assicurare a tutti una risposta, in condizioni sempre più difficili, con i pronto soccorso e i posti letto sempre più affollati. Per uscirne però abbiamo bisogno dello sforzo e della responsabilità di tutti. Mi arrivano foto di luoghi in cui le persone non rispettano il distanziamento e altre in cui non si utilizzano correttamente le mascherine. Mi rivolgo a tutti: rispettiamo le regole, se non vogliamo altri ricoveri, altri lutti, altre restrizioni. Dipende da ciascuno di noi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.